L’addio di Godin è un’occasione per Skriniar: lo slovacco deve dimostrare

Articolo di
11 Settembre 2020, 11:00
Milan Skriniar Milan Skriniar
Condividi questo articolo

Skriniar e l’Inter, una storia bellissima che si è improvvisamente complicata nella stagione 2019-2020. L’addio di Godin però può rappresentare un nuovo inizio.

UNO ESCE, L’ALTRO ENTRA – Un vecchio adagio dice che quando si chiude una porta si apre un portone. Ed è il modo più semplice per riassumere la situazione dello spot di destra della difesa a tre dell’Inter di Conte. Un anno fa il titolare designato era Godin, il grande arrivo a parametro zero. Skriniar, il talento cresciuto in casa, non poteva certo essere ignorato ed era dirottato a sinistra. A fine stagione, dopo vari cambiamenti nel mezzo, Conte ha chiuso l’Europa League sempre col numero 2 titolare a destra, ma col 37 intristito in panchina. Una scelta netta che sembrava preludere a un addio dello slovacco.  Molto ben pagato. Invece è Godin ad essere a un passo dall’addio. Rimettendo in discussione tutto.

OCCASIONE DI RISCATTO – Questione di conti. E di gusti di Conte. Comunque sia, Skriniar si trova con un’occasione tanto importante quanto probabilmente inaspettata visti gli ultimi mesi. Quando è passato da essere uno dei più impiegati a giocare 19 minuti da Atalanta-Inter a Siviglia-Inter. Il tecnico ha mostrato grande fiducia in lui in tutta la stagione, come dimostrano i 3595 minuti giocati (sesto in rosa, quinto escludendo Handanovic). Prima lo ha provato a sinistra, nel ruolo che poi è diventato stabilmente di Bastoni e nella prossima stagione sarà coperto da un altro mancino come Kolarov. Poi a destra, dove senza Godin rimangono lui e D’Ambrosio, jolly difensivo un po’ per tutti i ruoli. Il numero 37, dopo gli ultimi mesi di difficoltà anche mentale, può riprendersi l’Inter. Ma il primo che deve crederci è lui. Sintonizzandosi di nuovo sul mondo nerazzurro e sulle richieste del suo allenatore.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE