La SPAL senza Lazzari è cambiata, davanti conta sempre su Petagna

Articolo di
10 marzo 2019, 09:25

La SPAL ora che ha perso Lazzari gioca un 4-4-2 molto fisico che sposta il gioco sugli esterni il più possibile. In attacco va sottolineata la stagione di Petagna, mai così prolifico.

TATTICA – L’Infortunio di Lazzari, dominatore della fascia destra, ha indotto semplici a modificare il classico 3-5-2 della SPAL. Ora la squadra interpreta un 4-4-2 che gioca molto sugli esterni e conta su fisicità, corsa (notevoli i km percorsi), ma anche possesso difensivo palla a terra per addormentare il ritmo. Per affrontare i biancoazzurri bisogna mettersi in testa di lottare.

STATISTICHE – La SPAL non vince dal 27 gennaioe viene da 3 sconfitte nelle ultime 4 partite. Sono 8 i gol subiti in questa striscia, non pochi sul totale da 39. In trasferta la squadra ha messo insieme 8 sconfitte. E’ uno dei peggiori attacchi della Serie A con 23 gol fatti (come il Cagliari, quindi occhio), di cui ben 10 da Petagna. La maggior parte delle reti arrivano nei primi 15 minuti (5) o tra il 60esimo e il 75esimo (8).

DETTAGLI – In difesa il referente è Thiago Cionek, da cui passa anche molto possesso, ma attenzione a Bonifazi, giovane responsabilizzato dall’assenza di Lazzari. In mezzo il guastatore è Kurtic (5 gol), ma i palloni passano da Schiattarella o Missiroli. In attacco la lotta è la prima caratteristica: le punte non mollano nessun pallone, alto o basso che sia.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE