Keita anti-Candreva: Inter più imprevedibile, arma in più sopratutto contro le piccole

Articolo di
14 agosto 2018, 14:54
Keita

Keita Baldé potrà essere utilizzato in diverse posizioni ma Luciano Spalletti lo impiegherà sopratutto da esterno destro al posto di Antonio Candreva, ruolo nel quale potrà tornare molto utile contro le provinciali.

ESTERNO OFFENSIVO – A Milano Keita non avrà particolari problemi d’adattamento avendo giocato per sei anni alla Lazio dove però ha dato il suo meglio con Simone Inzaghi da seconda punta, accanto a Ciro Immobile, nel 3-5-2 e da ala sinistra nel 4-3-3; ruoli che gli permettevano di concentrarsi sulla fase offensiva senza eccessivi compiti difensivi che invece gli saranno richiesti da Spalletti che conta di utilizzarlo principalmente da esterno destro nel 4-2-3-1 al posto di Candreva. Per imporsi in questa posizione (già ricoperta al Monaco senza risultati particolarmente esaltanti) il classe ’95 dovrà essere più continuo nei novanta minuti e sacrificarsi maggiormente in fase di non possesso ma già nell’immediato potrebbe rendersi molto utile in quelle partite difficili da sbloccare. Dovendo infatti spesso fare i conti, specialmente a San Siro, con avversari chiusi nella loro metà campo l’Inter avrà bisogno di calciatori in grado di garantire qualità e imprevedibilità, capaci sia di saltare l’uomo che di superare la linea difensiva con un taglio improvviso.







ALTRE NOTIZIE