FocusPrimo Piano

Inzaghi e Conte, quale Inter meglio al via e perché? Tutti i numeri a confronto (dopo 6 partite)

Inzaghi e Conte si sono dati il cambio sulla panchina dell’Inter dopo il ritorno del tricolore sulla maglia nerazzurra. I confronti tra i due allenatori si sprecano già, anche se spesso in maniera superficiale. Oggi è impossibile dire chi è meglio di chi, ma i numeri possono aiutare relativamente a capire com’è iniziata la nuova stagione nerazzurra dopo il recente trionfo sul suolo nazionale. Di seguiti i dati a disposizione per farsi un’idea a 360°

INZAGHI VS. CONTE – Il primo mese di partite ufficiali firmate Simone Inzaghi si è chiuso con un bottino positivo. Quattro vittorie su cinque in Serie A, e la partita non vinta è un pareggio esterno. Una sola sconfitta, beffarda e di misura in Champions League, ma in casa contro il Real Madrid. In Italia sono 13 su 15 i punti dell’Inter 2021/22 in campionato, in Europa purtroppo 0 quelli nel girone di coppa. Un inizio che ha entusiasmato anche i più critici. Anche per questo sono sempre più ricorsivi gli inutili paragoni con l’Inter 2020/21 di Antonio Conte, perché? A parte il voler provare a creare una rottura tra passato vincente e presente ancora tutto da scrivere, è ancora presto per i confronti. Esclusi quelli inutili che non considerano tutto il contesto di una singola partita, appunto…

Inter meglio un anno dopo, ma occhio anche agli avversari

GIORNATE E AVVERSARI – Se vogliamo proprio essere precisi, le prime cinque giornate dell’Inter di Inzaghi in Serie A vanno confrontate sia con le prime cinque di Conte sia con le partite contro le stesse cinque avversarie nella passata stagione (facendo poi la media tra le due partite, ndr). Pertanto, i 13 punti ottenuti quest’anno in Inter-Genoa (4-0), Hellas Verona-Inter (1-3), Sampdoria-Inter (2-2), Inter-Bologna (6-1) e Fiorentina-Inter (1-3) vanno confrontati sia con i 10 punti dell’anno scorso in Benevento-Inter (2-5), Inter-Fiorentina (4-3), Lazio-Inter (1-1), Inter-Milan (1-2) e Genoa-Inter (0-2) sia con i 12 punti di Inter-Genoa (3-0), Hellas Verona-Inter (1-2), Sampdoria-Inter (2-1), Inter-Bologna (3-1) e Fiorentina-Inter (0-2). Lo stesso vale per la differenza reti: 18 gol fatti e 5 subiti (+13) per Inzaghi rispetto a 13-8 (+5) e 11-4 (+7) per Conte.

I numeri a favore dell’Inter di Inzaghi

PUNTI E GOL – In entrambi i confronti Inzaghi ne esce meglio, ma il miglioramento è di ben tre punti in base alle giornate (13 > 10) e solo di uno in base alle avversarie (13 > 12). Inzaghi finora fa registrare in media due punti in più di Conte (13 > 11). Per quanto riguarda le reti, i 18 gol fatti con Inzaghi sono più dei 12 di media con Conte. E i 5 subiti sono meno dei 6 della passata stagione. Anche in questo caso, la differenza reti dell’Inter di Inzaghi (+13) è nettamente superiore a quella dell’Inter di Conte (+6). L’Inter di Inzaghi inizia meglio dell’Inter di Conte con un netto +7 in zona gol. Un po’ meglio in difesa, molto meglio in attacco. Questo probabilmente è il miglioramento più interessante rispetto alla passata stagione, anche considerando l’evoluzione qualitativa (leggi “involuzione tecnica”, ndr) della rosa. Un ottimo punto di partenza.

Inzaghi meglio di Conte… ma solo in Italia

MIGLIORAMENTO RELATIVO – Diversa la situazione in campo internazionale, dove l’esordio di Inter-Real Madrid (0-1) va messo a confronto con la prima giornata Inter-Borussia Monchengladbach (2-2) e con la “replica” Inter-Real Madrid (0-2). In questo caso, sempre utilizzando come metro di paragone la media tra le due partite, Conte ha dalla sua mezzo punto in più rispetto a Inzaghi. Un dettaglio ovviamente inutile ma che spiega benissimo ciò che deve fare Inzaghi per migliorare: non serve fare punti contro il Real Madrid per passare il turno, bensì contro lo Shakthar Donetsk (e lo Sheriff Tiraspol, ovviamente). Quindi, sì: finora l’Inter di Inzaghi si è comportata meglio della squadra allenata da Conte, poi divenuta campione d’Italia. Ma sei partite non rappresentano un metro di paragone soddisfacente. Soprattutto quando i numeri pendono leggermente dalla parte di uno piuttosto dell’altro per via di un gol in più o in meno segnato a Genova dalla Sampdoria. Gol a parte, l’Inter di Inzaghi oggi all’avvio è meglio rispetto all’Inter di Conte (di appena 1.5 punti su 18 a disposizione!). Dettagli, inutili dettagli.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button