Focus

Inzaghi al bivio: in Udinese-Inter sperimentare o andare sul sicuro? I rischi

Inzaghi anche a Udine non avrà la rosa al completo. Anzi, le assenze si preannunciano piuttosto importanti e bisogna valutare le reali opzioni dalla panchina. Non tutti i convocati saranno al 100%, pertanto è tempo di valutazioni approfondite. Dietro ogni scelta si cela un rischio in vista di Udinese-Inter, in cui non sono ammessi errori (a prescindere dal Milan)

REPARTO DIFENSIVO – Archiviata la trasferta di Bologna, ad Appiano Gentile si lavora in vista della prossima. Che sarà altrettanto complicata. L’Inter è attesa a Udine, dove si preannunciano problemi di formazione. In ogni reparto. In porta persiste l’incognita Samir Handanovic (vedi editoriale), con Andrei Radu nuovamente in pre-allarme. Questa sarà senza dubbio la scelta più difficile per Simone Inzaghi, che potrebbe fare chiarezza nella conferenza stampa della vigilia. In difesa da escludere l’utilizzo di Alessandro Bastoni, al suo posto ancora Federico Dimarco oppure Danilo D’Ambrosio con Milan Skriniar dirottato sul centro-sinistra? La prima scelta può essere quella giusta per provare a dominare la partita, ma la seconda dà più garanzie contro la fisicità dell’Udinese (battuta 2-0 all’andata grazie alla doppietta di Joaquin Correa, ndr). Questo a prescindere dal risultato del Milan contro la Fiorentina, ovvio. O almeno così dovrebbe essere…

Il bivio di Inzaghi prima di Udinese-Inter

TANTI BALLOTTAGGI – A centrocampo il problema è rappresentato dall’assenza di Hakan Calhanoglu (vedi focus), che Inzaghi può rimpiazzare con Roberto Gagliardini o Arturo Vidal, rientrante dopo l’infortunio. Il cileno è la prima scelta ma difficilmente può essere al top della forma, mentre l’italiano è la soluzione-paracadute come sempre. Sulla sinistra non sarà necessario rischiare Robin Gosens, visto che Ivan Perisic dà garanzie di continuità. In attacco, invece, il recupero di Felipe Caicedo darà solo un’eventuale opzione in più dalla panchina. Il ballottaggio sarà quello solito, con Edin Dzeko che stavolta difficilmente inizierà dalla panchina. E Lautaro Martinez invece? L’ipotesi che Inzaghi possa rischiare Handanovic e Vidal, confermando anche Dimarco dal 1′ nel 3-5-2 per provare ad andare sul sicuro con la formazione-tipo dell’Inter, che prevede Dzeko-Lautaro Martinez in avanti, è molto quotata. Anche se alcuni titolari non saranno al 100%. L’alternativa è sperimentare qualcosa di nuovo per ovviare all’assenza di Calhanoglu come doppio play. Magari riproponendo l’ex Alexis Sanchez titolare come vertice alto, utilizzando così i calciatori più in forma. Sarebbe sicuramente più rischioso, certo. E se fosse questa la soluzione per sorprendere e avere la meglio in Udinese-Inter? I rischi dal 1′ sono i medesimi di quelli visti a Bologna con i cambi, è solo una scelta dettata dalle tempistiche.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh