Focus

Inter, Vecino in forma (e integro) può essere un’arma in più?

L’Inter ieri ha vinto 2-0 la sua penultima amichevole pre-campionato contro il Parma allo stadio Tardini. I nerazzurri hanno giocato molto bene, soprattutto nella ripresa, con le reti decisive segnate da Marcelo Brozovic e Matias Vecino. Quest’ultimo, in gol di testa su inserimento, può essere la vera arma in più?

JOLLY VINCENTE – Vecino l’anno scorso è stato praticamente assente (vedi articolo). Le presenze in Serie A sono state soltanto 8 ma nonostante questo l’uruguaiano ha trovato anche un gol e fornito un assist. Il centrocampista ha da sempre il vizio di gonfiare la rete, spesso con gol pesanti (vedi il gol valso la Champions League contro la Lazio tre anni fa). Ieri Vecino, entrato nella ripresa, ha dopo pochi minuti timbrato il cartellino con un colpo di testa in tuffo su cross perfetto di Federico Dimarco (vedi articolo). Le caratteristiche di Vecino sono proprio queste: tempi di inserimento, facilità nel trovare il gol e tanta corsa. Certo, magari l’uruguaiano un po’ pecca quando chiamato in fase di impostazione ma queste piccole mancanze le colma con le altre doti. Nel centrocampo dell’Inter l’unico vero giocatore di inserimento, considerando tutta la rosa, è Nicolò Barella ma i due hanno fisici diversi con Vecino che può essere un fattore anche sulle palle ferme, data la statura. Sicuramente, se Vecino riuscisse a mettere i tanti problemi fisici alle spalle. l’Inter potrebbe guadagnare un elemento importante per la prossima stagione. Non è un caso che Simone Inzaghi lo abbia quasi blindato respingendo le avance del Napoli di Luciano Spalletti. Con un Vecino integro e in forma, il jolly del mazzo potrebbe essere calato spesso.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button