Inter, una statistica capitata solo 4 volte in 30 anni anticipa Inter-Lazio

Articolo di
23 settembre 2019, 11:21
Ronaldo

Ben 4 vittorie nelle prime 4 giornate di campionato: negli ultimi 30 anni è capitato solo altre 4 volte che l’Inter fosse a punteggio pieno in Serie A dopo 4 turni. Solo in uno di questi casi, la serie è poi continuata con una vittoria: ecco tutti i precedenti, c’è pure un Inter-Lazio come mercoledì.

SPALLETTI CON IL TURBO – L’ultima volta che l’Inter si è trovata a punteggio pieno dopo i primi 4 turni di campionato fu appena due stagioni fa: in panchina c’era Luciano Spalletti, arrivato proprio nell’estate 2017. La serie iniziò alla prima giornata contro la Fiorentina, sconfitta agilmente per 3-0 a San Siro grazie alla doppietta di Mauro Icardi e al gol di Ivan Perisic. Alla seconda giornata l’Inter sconfisse la Roma all’Olimpico: il vantaggio di Edin Dzeko venne vanificato da un’altra doppietta di Icardi e dal gol finale di Matias Vecino. Sempre Icardi e Perisic siglarono il 2-0 contro la SPAL in casa alla terza giornata, mentre la prima rete con l’Inter di Milan Skriniar e un’altra rete del 44 croato regolarono il Crotone la settimana successiva. Il 19 settembre 2017, nel primo turno infrasettimanale di quella stagione, la serie si interruppe a Bologna: il gol felsineo di Simone Verdi venne pareggiato da un rigore di Icardi. A quella trasferta seguirono poi altre 3 vittorie consecutive, tra cui il derby contro il Milan vinto per 3-2 grazie alla tripletta di Icardi.

MANCINI BIS – La stagione 2015/16 fu la prima con Roberto Mancini in panchina (dopo il quadriennio 2004-2008) dall’inizio, dopo essere tornato all’Inter l’anno prima, sostituendo l’esonerato Walter Mazzarri all’undicesima giornata. Il mattatore delle prime giornate fu il montenegrino Stevan Jovetic, acquistato in estate dal Manchester City: tre reti per siglare le vittorie contro Atalanta (1-0) e Carpi (1-2). Alla terza giornata il derby di Milano venne deciso da Fredy Guarin (1-0), e poi seguirono altre due vittorie col punteggio di 1-0: a Verona contro il Chievo segnò Icardi, mentre a San Siro la prima rete nerazzurra di Felipe Melo regolò l’altra squadra veronese, l’Hellas. Qui l’interruzione del filotto fu decisamente più brusca, con la Fiorentina corsara che si impose a San Siro con un roboante 1-4: stratosferica prestazione di Nikola Kalinic, che aggiunse la sua tripletta al rigore in apertura di Josip Ilicic; di Icardi la rete della bandiera nerazzurra.

LO SCIOPERO NON SI FA SENTIRE – Prima di parlare della stagione 2002/03, è doverosa una precisazione: nelle prime giornate l’Inter inanellò sicuramente 4 vittorie di fila, ma se queste divennero 5 o si interruppero con un pareggio, è da stabilire. La prima partita disputata dall’Inter in quel campionato fu il 14 settembre 2002: facile 1-0 contro il Torino, rete di Christian Vieri. Seguì una vittoria a Reggio Calabria: Shunsuke Nakamura, trequartista della Reggina, pareggiò al 92′ il vantaggio di Vieri, ma Alvaro Recoba riuscì a regalare la vittoria ai nerazzurri un minuto dopo. Alla terza giornata, il fulmineo vantaggio di Massimo Marazzina venne rimontato da una doppietta – ancora – di Vieri (Inter-Chievo 2-1), mentre sette giorni dopo l’Inter uscì trionfalmente da Piacenza: vittoria per 1-4, reti nerazzurre di Luigi Di Biagio (doppietta), El Chino Recoba e Hernan Crespo; per gli emiliani segnò invece Enzo Maresca. Alla quinta giornata arrivò il pareggio in extremis con la Juventus: al vantaggio di Alessandro Del Piero (rigore all’89’) rispose Vieri all’ultimo secondo di recupero o, come piace pensare ai più nostalgici, a rispondere fu Francesco Toldo, che ebbe la meglio in una mischia nell’area bianconera. Tuttavia, quella col Torino non fu la prima giornata, perché ufficialmente la prima avrebbe dovuto disputarsi a Empoli, ma uno sciopero legato ai diritti TV la fece slittare al 6 novembre 2002. Nel recupero, l’Inter si impose a Empoli per 3-4: Antonio Di Natale accorciò il vantaggio nerazzurro (reti di Crespo e capitan Javier Zanetti); Ighli Vannucchi accorciò nuovamente, dopo la terza rete nerazzurra di Recoba; infine, a nulla valse la rete di Francesco Tavano al 92′, dopo il quarto gol dell’Inter siglato da Daniele Adani. Possiamo quindi parlare di cinque vittorie consecutive all’avvio, interrotte poi dal pareggio contro la Juventus? Se si segue un ordine strettamente cronologico (e chi scrive appartiene a questa scuola di pensiero), no, le vittorie iniziali consecutive furono quattro.

IL FENOMENO IN ITALIA – L’ultima volta che, negli ultimi 30 anni, l’Inter ha iniziato un campionato raccogliendo 12 punti nelle prime quattro gare fu nella stagione 1997/98, la prima con Luigi Simoni in panchina, ma soprattutto la prima con Luis Nazario de Lima Ronaldo con la maglia numero 10 dell’Inter. Come tutti sanno, in quell’Inter-Brescia che aprì la stagione, non fu il Fenomeno a raccogliere gli applausi di un San Siro letteralmente euforico, bensì Recoba – all’epoca uno sconosciuto 22enne uruguaiano – appena sbarcato anche lui in Italia: due missili da distanza siderale annullarono il vantaggio di Dario Hubner. Seguirono poi tre vittorie schiaccianti, dove gli uomini di Simoni misero a segno ben 12 reti. A Bologna si sbloccò finalmente Ronaldo, che andò in rete insieme a Fabio Galante, Maurizio Ganz e Youri Djorkaeff: a nulla servì la doppietta di Roberto Baggio, nel computo del 2-4 finale. In casa, contro la Fiorentina, ancora Ronaldo aprì le danze: Michele Serena e Gabriel Batistuta ribaltarono subito il risultato, regolato poi sul 3-2 finale da Francesco Moriero e Djorkaeff. Il francese fu poi protagonista, assieme al 10 brasiliano, del dilagante 1-5 con cui l’Inter uscì vittoriosa da Lecce: una doppietta a testa per loro, arrotondata da Ganz a 6 minuti dal termine; di Francesco Palmieri l’unica rete giallorossa. Anche qui, la serie vincente venne fermata da un pareggio: la Lazio di Sven Goran Eriksson impose l’1-1 a San Siro, con reti di Ronaldo e di Pavel Nedved, in una sfida che avrebbe poi chiuso nel migliore dei modi la stagione (Inter-Lazio 3-0 in finale di Coppa UEFA). Adesso nel turno infrasettimanale Inter-Lazio toccherà alla squadra di Antonio Conte, cosa ne sarà della striscia positiva nerazzurra?

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE