Inter, una cessione di Ranocchia apre un problema di ruolo, ecco quale

Articolo di
7 Settembre 2020, 10:30
Condividi questo articolo

Le voci di mercato su Ranocchia si stanno intensificando. Una cessione del centrale però aprirebbe un problema tattico da non sottovalutare in casa Inter.

IDEE DI MERCATO – Ranocchia improvvisamente sembra essere sul mercato. Dico improvvisamente perché negli ultimi tre anni il centrale ha giocato poco, ma non ci sono mai stati dubbi sul suo ruolo in maglia Inter. Riserva del reparto difensivo, affidabile uomo spogliatoio portatore di valori umani. Presenze poche, per carità. Ma nessuna voce di mercato. Ora si parla di un passaggio al Genoa, apprentemente una mossa di contorno per l’Inter. In verità una partenza del numero 13 non va sottovalutata da un punto di vista tattico.

RUOLO UNICO – Ranocchia infatti pur giocando poco ha ricoperto un ruolo specifico nell’Inter di Conte. Che sostanzialmente ha coperto solo lui. Nei suoi 887 minuti stagionali praticamente sempre il difensore ha giocato come centrale nella difesa a tre. Quindi come sostituto di de Vrij, quando l’olandese era assente per problemi o scelta tecnica. Un evento episodico come si intuisce dal minutaggio, ma non banale. Conte lo ha schierato come centrale fin dalle prime due giornate della sua prima stagione, dimostrando di avere fiducia. E Ranocchia ha sempre risposto presente. Solo in un’occasione il tecnico ha provato una soluzione alternativa, nella sfida a San Siro col Parma. Quel giorno come centrale giocò Godin, autore della sua peggior prestazione in maglia nerazzurra fino alla sostituzione. Non è stato più riproposto.

ALTERNATIVA DA TROVARE – Un eventuale addio di Ranocchia quindi aprirebbe un problema tattico. O quantomeno un interrogativo. Chi sceglierebbe Conte come centrale alternativo a de Vrij? Non è un quesito banale come si fa passare. Il ruolo è specifico, e va provato. Fino ad ora la scelta è stata una. Una sola. E senza Ranocchia va trovata una nuova alternativa. Godin non ha funzionato e un nuovo tentativo richiederebbe un nuovo adattamento da parte sua dopo i mesi che sono serviti a imparare i dettami della difesa a tre. Skriniar e Bastoni non lo hanno mai fatto. D’Ambrosio men che meno. Un ulteriore lavoro per il tecnico.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE