Focus

Inter, tre giocatori per il dopo Lukaku. Chi la spunterà?

L’addio di Lukaku si avvicina e l’Inter deve fare in fretta per comprare il sostituto. I nomi sul taccuino sono tre ma chi alla fine riuscirà a spuntarla?

INIMMAGINABILE − Chi l’avrebbe mai detto che l’Inter a due settimane dall’avvio della Serie A si trovasse a cercare irrimediabilmente un nuovo attaccante. Probabilmente, neanche il prestigioso quanto leggendario Oracolo di Delfi ne tantomeno Nostradamus, sarebbero riusciti nel prevedere una così delicata quanto drammatica (sportivamente parlando) situazione. A 15 giorni esatti dal debutto ufficiale in campionato, i nerazzurri sono obbligati a trovare il sostituto del loro giocatore di punta, del leader indiscusso dell’ultimo tricolore, ovvero Romelu Lukaku. L’offerta del Chelsea arriverà a breve, in attesa della risposta della società. Cosi come arriveranno a breve anche tutte le motivazioni e le sfaccettature legate dietro al clamoroso trasferimento del belga. Ma chi prenderà il suo posto?

CHI LA SPUNTERÀ? − I nomi cerchiati sul taccuino dei dirigenti nerazzurri sono tre: Duvan Zapata, Edin Dzeko e Dusan Vlahovic. Per caratteristiche fisiche (meno tecniche), il giocatore ideale per sostituire Lukaku sarebbe proprio il colombiano dell’Atalanta. Zapata è quasi un alter ego del giocatore belga in quanto è capace di forzare fisicamente l’intero reparto offensivo come quello difensivo avversario. Bravo nel tenere palla e far salire la squadra, cosi come nell’essere un buon attaccante di manovra. Tuttavia, Zapata non è Lukaku − nessuno al mondo lo è − soprattutto nel principale punto di forza del belga, ossia gli strappi a palla al piede. Il giocatore orobico, però, si equivale tanto nel gioco di squadra e nel duettare con il proprio compagno di reparto (Muriel docet).

Altro nome nella lista nerazzurra è quello di Dzeko. La punta della Roma potrebbe, peraltro, lasciare a zero la squadra giallorossa e raggiungere quella Milano che negli ultimi anni lo ha corteggiato tanto. Il bosniaco ha caratteristiche simili al belga, soprattutto quelle fisiche. Tecnicamente, inoltre, l’attaccante giallorosso è indiscutibile nonostante la grande stazza. L’eleganza e la presenza sotto porta sono alcuni dei fondamentali del ragazzo di Sarajevo, il quale, però, pecca soprattutto nell’età. Dzeko, infatti, lo scorso marzo ha celebrato le 35 primavere, troppe, probabilmente, per un Inter destinata a giocare in tre competizioni.

Il più suggestivo e interessante è, però, Dusan Vlahovic. La punta della Fiorentina potrebbe essere il sostituto perfetto del belga. Giovane (21 anni), forte, elegante e con un margine di crescita ancora importante. Il serbo ha tutte le carte in tavola per diventare un crack assoluto e ad oggi, può essere già inserito nella top-five dei centravanti migliori. Unica grande difficoltà, il costo del cartellino e la volontà ferrea di Rocco Commisso a non cederlo. Le soluzioni ci sono ma il tempo non proprio. Bisogna correre!

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button