FocusPrimo Piano

Inter, terzo di centrocampo: Calhanoglu in pole, poi Vidal. Enigma Sensi

Calhanoglu e Vidal si giocano il posto da titolare vicino a Barella e Brozovic. Le loro ultime prestazioni hanno evidenziato grandi passi avanti a livello fisico e tattico. Un altro candidato è Sensi, ma il centrocampista dell’Inter è ormai un’incognita da troppo tempo. 

DUE PER UN POSTO – Simone Inzaghi è alla ricerca dell’ultimo pezzo per completare il suo puzzle. Nel reparto mediano, accanto a Nicolò Barella (vedi articolo) e Marcelo Brozovic, il tecnico dell’Inter ha ruotato diversi uomini, senza trovare ancora quello che sia riuscito a impadronirsi totalmente del ruolo. Il ballottaggio al momento riguarda due calciatori in particolare: Arturo Vidal e Hakan Calhanoglu. Il cileno finora ha collezionato nove presenze, mettendo a segno due reti. Dopo aver saltato diverse partite tra settembre e ottobre, Vidal è rientrato in forma e ha inanellato alcune buone prestazioni da subentrato in Serie A e da titolare in Champions League, nelle due sfide contro lo Sheriff. Calhanoglu è invece a dodici apparizioni, anche lui con due gol. Dopo un inizio scintillante contro il Genoa, è seguito un periodo di appannamento. Nelle ultime uscite si è invece visto un netto miglioramento, soprattutto nel derby contro il Milan.

Sensi dov’è?

IL TERZO? – Oltre a Vidal e Calhanoglu, gli altri nomi sono quelli di Roberto Gagliardini, Matias Vecino e Stefano Sensi. Quest’ultimo è quello che, per caratteristiche tecniche, potrebbe tranquillamente essere il titolare che Inzaghi sta cercando in quella posizione. Il centrocampista classe ’95 rimane però, anche in questa stagione, un mistero ancora da decifrare. Solamente sei presenze in stagione, con poco più di 100′ complessivi giocati. Gli ultimi 10′ in campionato contro l’Udinese rimangono la sua ultima apparizione con la maglia dell’Inter. Troppo poco per giudicarlo. Le ultime prestazioni di Vidal e soprattutto di Calhanoglu invitano all’ottimismo e regalano a Inzaghi la possibilità di scegliere tra due giocatori in palla. Dopo la sosta servirà l’Inter migliore per recuperare il distacco accusato dalla vetta in Serie A e chiudere il discorso qualificazione in Champions League.

Barella, niente allenamento con l’Italia. No ritorno ad Appiano Gentile

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button