Focus

Inter, Satriano ha speranze da titolare contro il Genoa?

L’inizio della stagione 2021/2022 si avvicina con il primo impegno della prossima Serie A contro il Genoa che incombe. Il 21 agosto è sempre più vicino e l’Inter, al momento, non sa con quali attaccanti si presenterà all’impegno. Martin Satriano potrebbe essere titolare a sorpresa?

SORPRESA – Simone Inzaghi non ha mai nascosto l’ammirazione per Satriano che in questo precampionato ha dimostrato fame e voglia di conquistarsi un posto in rosa. L’Inter ovviamente ha scoperto un giovane talento (classe 2001) che potrebbe essere un vero crack. Satriano in tre partite disputate (seppur con squadre minori) ha siglato 9 reti facendosi sempre trovare pronto e presente quando schierato titolare. Le chance concesse da Inzaghi l’uruguaiano le ha colte tutte e oltre ai gol ha messo in campo anche tanta voglia di fare e ottimi movimenti senza palla. Contro il Genoa il 21 agosto l’Inter non avrà sicuramente Lautaro Martinez che è squalificato causa l’ammonizione che ha fatto scattare la diffida nell’ultima giornata dello scorso anno contro l’Udinese. Inoltre anche Romelu Lukaku è molto vicino a salutare l’Inter con il Chelsea che è lì in pressing (vedi articolo) e dunque, i nerazzurri, avrebbero solo Andrea Pinamonti, Alexis Sanchez e Satriano. Per Pinamonti l’Empoli è interessato e lo vorrebbe prendere (vedi articolo), per Sanchez invece c’è la questione fisico. Il cileno è sempre un’incognita e sicuramente non ha i 90 minuti nelle gambe, come dimostrato in Copa America.

UNICA CERTEZZA – Satriano dunque è l’unico arruolabile al 100% con Pinamonti (che come detto, potrebbe volare all’Empoli subito). Se Lukaku andasse via l’Inter riuscirà a rimpiazzarlo in 10 giorni? Difficile, visto che anche le altre squadre dovrebbero rimpiazzare le perdite. Satriano, al momento, resta l’unica certezza davanti anche se non ha mai giocato tra i grandi.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button