Focus

Inter pronta ad un gennaio di fuoco. Conte vuole rompere con la tradizione

L’Inter ospita il Crotone nella quindicesima giornata del campionato di Serie A. Antonio Conte vuole sconfiggere la maledizione di gennaio e condurre la squadra attraverso le insidie di un mese fittissimo

ESSERCI – La pausa natalizia ha consentito all’Inter di tirare il fiato, guardarsi intorno e fare il punto su alcune situazioni di mercato. Il primo tassello è stato piazzato in fretta (Radja Nainggolan, ndr), gli altri completeranno il puzzle e snelliranno la rosa in itinere. Ma da domani le energie del club saranno tutte rivolte sul campo, e anche le voci di cessione della proprietà torneranno in soffitta per un po’. Il calendario del mese di gennaio non lascerà posto alle illazioni e alle speculazioni sulla situazione finanziaria di Suning.

ROMPERE – Di fronte, c’è un mese di gennaio ricchissimo di impegni e disseminato di trappole. La prima è una buccia di banana chiamata Crotone, che arriva a San Siro carico di ossigeno – dopo la vittoria col Parma – e con la leggerezza di chi non ha nulla da chiedere alle pressioni della carta. Giovanni Stroppa sa di avere un’occasione più unica che rara al ritorno dalle vacanze, momento di tradizionale blackout dei nerazzurri. Il primo mese del nuovo anno è solito sgonfiare le ambizioni del club da diversi anni. La seconda Inter di Roberto Mancini si sciolse di fronte ad un calcio di rigore di Domenico Berardi. Quella lanciatissima di Luciano Spalletti, annata 2017/18, cominciò la sua lenta agonia addirittura già a dicembre, dopo un roboante 5-0 infilitto al Chievo a San Siro.

VINCERE – Anche Antonio Conte ha già fatto la conoscenza del Generale Inverno, che sgonfia le ambizioni e rallenta i riflessi alla Pinetina. Lo scorso anno, dopo la vittoria luccicante contro il Napoli, l’Inter aveva cominciato ad appiattirsi sulle sue sicurezze, facendo sempre più fatica a sorprendere le difese avversarie. L’arrivo di Christian Eriksen avrebbe dovuto restituire linfa e inventiva alla manovra: il resto è storia nota. Ma domani c’è Inter-Crotone, e Antonio Conte è forse uno dei pochi individui, sulla faccia di questo pianeta, ad augurarsi che cambi davvero poco rispetto al modo in cui la sua squadra ha messo in archivio uno sciagurato 2020.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.