Focus

Inter-Pergolettese “mostra” idee di Inzaghi: verticalità e cross dal fondo

Inter-Pergolettese pur coi problemi di una visione limitata ha dato delle indicazioni sulle prime idee tattiche date da Inzaghi alla squadra.

PARTITA MISTERIOSA – Inter-Pergolettese è stata l’amichevole del mistero. Impossibile vederla, nessun dato sulla formazione, si sono dovute aspettare ore anche solo per avere il risultato. Figuriamoci gli highlights. Per questo il verbo nel titolo è tra virgolette. Dal poco che si è avuto però si possono estrapolare le prime idee tattiche date da Inzaghi alla sua nuova squadra. Concetti applicati in modo chiaramente insistito, ripetuti quindi voluti, cercati.

CALCIO VERTICALE – Il tecnico in questo ritiro in cui ha lavorato principalmente con le riserve ha comunque iniziato a dare i suoi input. Il primo evidente è la ricerca della verticalità. In tutte le azioni offensive i giocatori sono in movimento e cercano di ricevere il pallone sempre in corsa. Quando un elemento riceve palla attorno a lui i compagni iniziano a correre in verticale e tagliare. Sia sugli esterni che in area. Opzioni e corsa, col pallone il più possibile in movimento.

CROSS PERICOLOSI – La seconda chiara idea di Inzaghi è la ricerca degli esterni nello sviluppo della manovra. Non una novità per l’Inter, che addirittura fin dai tempi di Mazzarri è abituata a questo canovaccio. Da sottolineare come i cosiddetti quinti siano stati coinvolti in cross soprattutto dal fondo, o comunque da zone prossime alla linea verticale dell’area avversaria. Quindi da posizione ghiotta. Giocate rapide, cross in corsa. Senza partire da fermi, ma cercando il dinamismo come detto nel punto uno. Con Dimarco singolarmente a suo agio e quindi protagonista assoluto.

 

 

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button