Focus

Inter, occhio al vero punto di forza del Sassuolo: l’attacco (che segna poco)

L’attacco è la miglior difesa, si dice. Nel caso del Sassuolo non è esattamente così, ma l’avvio stagionale della squadra di Dionisi non deve essere preso come esempio affidabile. L’Inter si troverà di fronte una squadra che finora non ha rispecchiato il suo vero valore

STELLINA NEROVERDE – Stasera a Reggio Emilia l’Inter avrà il piacere (e si spera non il dispiacere…) di rivedere dal vivo Giacomo Raspadori, classe 2000 seguito in ottica futura. Ma il giovane attaccante del Sassuolo non sarà l’unico pericolo nerazzurro in Sassuolo-Inter di oggi. In attesa di conoscere la formazione titolare scelta da Alessio Dionisi (vedi probabile), sapere chi sono gli attaccanti da affrontare aiuta a prepararsi a ogni eventualità.

OCCHIO ALL’ATTACCO – Oltre a Raspadori, il reparto offensivo neroverde vanta Domenico Berardi a destra e Jeremie Boga a sinistra, due profili che possono dare molto fastidio se in giornata sì. In area di rigore occhio anche al centravanti Gianluca Scamacca, che l’Inter ha pensato di portare a Milano proprio come bomber di scorta. Attenzione anche in zona centrale, dato che sulla trequarti la qualità di Filip Djuricic (o in alternativa Hamed Traoré) sa far male. E dalla panchina può tornare utile anche l’esperto Gregoire Defrel, ultima opzione in attacco per Dionisi. Limitare il potenziale offensivo del Sassuolo significa avere la certezza di tornare a Milano con qualche punto. E stasera servono tre punti all’Inter di Simone Inzaghi (vedi probabile formazione).

PARADOSSO SASSUOLO – Tutto bello… ma com’è possibile che il Sassuolo abbia segnato solo sei gol in altrettante partite di Serie A? Tre decisivi al debutto contro l’Hellas Verona (Raspadori, Djuricic e Traoré). Due inutili nelle sconfitte contro Roma (Djuricic) e Atalanta (Berardi). E uno nella vittoria di misura contro la Salernitana (Berardi). Troppo poco per una squadra che può vantare un attacco così talentuoso e soprattutto ben assortito. Ed è troppo poco per una squadra che difende anche bene, visto che subisce poco (solo 7 gol subiti, proprio come l’Inter…).

PARTITA NELLA PARTITA – L’Inter non può sottovalutare questo aspetto, perché il Sassuolo finora è andato di molto al di sotto delle sue possibilità in zona gol. L’attacco è il punto di forza del Sassuolo, che stasera se la vedrà contro quella che – numeri stagionali a parte – viene descritta come la migliore difesa della Serie A. Sassuolo-Inter storicamente è sempre stata sfida da tanti gol: la partita stavolta si deciderà in attacco o in difesa? Lo scopriremo stasera, intanto riflettori puntati sull’attacco del Sassuolo…

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button