Inter, non solo Saponara: l’Empoli ed i suoi ragazzi terribili

Articolo di
6 gennaio 2016, 12:39
empoli

L’Inter fra poche ore affronterà l’Empoli di Giampaolo, squadra rivelazione di questo girone di andata. Gioca un gran calcio, crea tanto e soprattutto in casa è un fortino. E’ una squadra piena di talenti, che non si basa semplicemente su Saponara: scopriamoli.

PANE E FANTASIA – Sicuramente il nome di Saponara è quello che più balza all’occhio: scaricato dal Milan, interessante in chiave Nazionale, a soli 24 anni è cercato da tutte le big d’Italia, soprattutto dal Napoli. Quella che ha costruito Giampaolo è però una squadra, in particolar modo a centrocampo, piena zeppa di talento e di giovanissimi interpreti. Zielinski, milionesimo ragazzino sconosciuto scoperto dall’Udinese, di cui è ancora di proprietà, che sta incantando a suon di assist e di personalità in queste prime 17 apparizioni. Ha solo 21 anni ed ampissimi margini di miglioramento. Paredes, gioiellino che alla Roma non ha mai avuto spazio, 19 anni: per lui si prospetta un grandissimo futuro e ad Empoli ha già preso sulle spalle il centrocampo. Scuola Boca Juniors, personalità da vendere ed una grande qualità anche al tiro, dove ha già colpito in questa stagione.

Guardando in avanti l’eterno Maccarone è in grandissima forma, assistito da Pucciarelli o Livaja, non dei veri bomber ma perfettamente funzionali al gioco veloce e tecnico chiesto da Giampaolo. In difesa si bilancia con l’esperienza, Tonelli e Costa sono i leader assieme a Mario Rui: in porta un altro gioiello proveniente dalla Roma, Skorupski, sta disputando un’ottima stagione. In poche parole, occhio: fermato Saponara non si ferma l’Empoli. 

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE