Inter, non solo Godin: quante occasioni a zero per Marotta e Ausilio

Articolo di
1 luglio 2019, 15:23
Ausilio Marotta Inter

Con l’apertura ufficiale del calciomercato nella giornata di oggi, l’Inter ha ufficializzato il colpo Diego Godin a parametro zero (vedi articolo). Ma il suo non è l’unico contratto terminato in data odierna: ecco le possibili occasioni a parametro zero che potrebbero fare gola ai nerazzurri

OCCASIONI – Stefan de Vrij e Kwadwo Asamoah lo scorso anno. Diego Godin quest’anno. L’attenzione in casa Inter per il mercato dei parametri zero ha permesso alla società nelle ultime stagioni di assicurarsi dei colpi importanti, sfruttando quelle che sono delle vere e proprie occasioni. Con la scadenza dei contratti il 30 giugno, da oggi sono diversi i giocatori rimasti senza contratto, tra cui anche dei veri e propri giocatori che potrebbero fare al caso della squadra nerazzurra.

ESPERIENZA – Tra i giocatori più esperti in lista, nei ruoli che potrebbero servire all’Inter, i due nomi più altisonanti sono sicuramente quelli di Arjen Robben e Franck Ribery, entrambi in uscita dal Bayern Monaco. La loro esperienza potrebbe essere molto utile specialmente in Champions League e potrebbero rivelarsi delle ottime riserve per permettere ai titolari di rifiatare. Il francese nell’ultima stagione in Bundesliga ha collezionato 25 presenze, mettendo a referto 6 reti. Un po’ meno fortunata la stagione dell’olandese, che ha collezionato solo 12 presenze, riuscendo comunque a trovare per 4 volte la via del gol. Ma non solo: in questa categoria rientra anche Dani Alves, terzino brasiliano in uscita dal PSG con già alle spalle un’esperienza in Serie A, alla Juventus. Nel 3-5-2 di Antonio Conte potrebbe garantire un ottimo rendimento sia in fase di difesa che in fase d’attacco. Certo, con l’arrivo di Valentino Lazaro e la presenza in squadra di Danilo D’Ambrosio potrebbe esserci un sovraffollamento sulla fascia, ma la sua esperienza potrebbe essere utile proprio sia alla squadra, sia per la crescita del giovane terzino 23enne appena arrivato dall’Hertha Berlino. Un usato sicuro, in grado di garantire prestazioni di livello ogni volta venga chiamato in causa. Il quarto e ultimo nome di esperienza è quello di Daniele De Rossi, grande esperienza in Serie A e a livello internazionale, con la voglia di riscattarsi dopo il trattamento subito a Roma e di ampliare la sua personale bacheca di trofei. Un colpo a centrocampo che potrebbe rinforzare il reparto, aiutando anche nella crescita il giovane Stefano Sensi (vedi articolo) e, nel caso dovesse arrivare, Nicolò Barella. Uno di quei profili italiani su cui Conte vuole puntare come fatto alla Juventus con Andrea Pirlo.

ATTACCO – Ma anche per il reparto avanzato le occasioni non mancano: con Icardi in uscita, la cessione al Genoa di Andrea Pinamonti (vedi articolo) e la complicata trattativa per Romelu Lukaku, i nerazzurri possono puntare su alcuni profili interessanti. Uno di questi è Fernando Llorente, che ha giocato un grande ruolo nella cavalcata del Tottenham fino alla finale di Champions League. Un giocatore affidabile, con una grande esperienza in Serie A dopo gli anni alla Juventus. E poi la grande suggestione: il ritorno di Mario Balotelli. Quale migliore occasione per un ritorno alla squadra dove è cresciuto? Vero, il rischio delle “balotellate” è sempre presente, ma la sua utilità alla squadra sarebbe indiscutibile. La carta d’identità gioca a suo favore (28 anni) e negli ultimi sei mesi all’Olympique Marsiglia ha collezionato la bellezza di 8 reti in 13 presenze. Numeri importanti, che sicuramente gli farebbero meritare una nuova occasione. Insomma, le occasioni sul mercato dei parametri zero non mancano. Ora sta ad Ausilio e Marotta valutare se e quali profili possano fare al caso dell’Inter.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE