Focus

Inter, molti rientri dai prestiti. Chi parte e chi resta? I possibili scenari

Il mercato è ufficialmente iniziato e l’Inter, da oggi, accoglie ufficialmente i calciatori di rientro dai prestiti (qui l’articolo). Fra questi spiccano Dalbert, Nainggolan e Joao Mario, ma non solo: quale destino per loro?

RIENTRI – L’Inter, quest’oggi, riaccoglie in rosa alcuni calciatori che, lo scorso anno, sono stati ceduti in prestito. Tra i nomi più pesanti spiccano, certamente, quelli di Dalbert, Nainggolan, Joao Mario e Lazaro oltre ai giovani Dimarco e Salcedo. Il destino di molti di questi calciatori è lontano dall’Inter, ma c’è chi potrebbe rimanere e giocarsi le sue chance nel nuovo corso firmato Simone Inzaghi.

CHI PARTE – Joao Mario e Nainggolan sono destinati a lasciare l’Inter. Il portoghese, che nel corso dell’ultima stagione ha giocato con lo Sporting CP, è richiesto in patria ed ha estimatori in Francia e Spagna. L’Inter non ha fretta, ma spera di ricavare un piccolo tesoretto dalla cessione del portoghese. Nainggolan, invece, dovrebbe tornare al Cagliari: si cerca la quadra con il club sardo, pronto a riaccogliere il centrocampista belga. Anche Dalbert dovrebbe lasciare l’Inter: il laterale, reduce dal prestito al Rennes, potrebbe tornare in Francia.

CHI RESTA – Federico Dimarco ed Eddie Salcedo, di rientro dal prestito all’Hellas Verona, dovrebbero rimanere all’Inter. Il laterale sinistro, prodotto del vivaio nerazzurro, ha disputato un’ottima stagione in gialloblu e, per stessa ammissione del suo agente, si giocherà le sue carte in nerazzurro. Salcedo, invece, verrà valutato da Inzaghi: proverà a giocarsi le sue carte per far parte del parco attaccanti dell’Inter della prossima stagione. Lazaro, invece, ha poche chance di rimanere: di ritorno dal prestito al Borussia Monchengladbach, proverà a convincere Inzaghi. È probabile, però, che alla fine per l’austriaco verrà trovata una nuova sistemazione.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button