Inter, l’Eder del vicino è sempre più verde: ne vale la pena?

Articolo di
30 dicembre 2015, 11:49
Éder Sampdoria

Sembra essere tornato prepotentemente di moda il nome di Eder all’Inter. Eppure, a ben vedere, forse il reparto che necessita di meno interventi è proprio quello offensivo, dove in tanti possono ancora crescere nel loro rendimento. Spendere quelle (poche) risorse altrove, forse, sarebbe l’ideale.

EDER O EDEN, QUESTO IL DILEMMA – Almeno 15 milioni di euro, difficile che Ferrero accetti qualcosa di meno. Per un giocatore prossimo ai 30 anni, senza esperienza internazionale o in un top club. I rischi ci sono, nonostante il rendimento in Italia da oltre due anni dell’italo-brasiliano non sia in discussione. Piacerebbe a Mancini e farebbe comodo, certo: tecnico, tattico, disposto al sacrificio e vede bene la porta, oltre ad avere un bel piede su calci piazzati. Ma la sensazione è che quel budget sia più utile spenderlo in reparti dove non ci sono Perisic, Ljajic, Jovetic, Biabiany, Palacio ed Icardi.

Con 15 milioni, o giù di lì, l’Inter potrebbe arrivare ad un buonissimo regista, o ad un valido terzino, destro o sinistro. Senza nulla togliere ad Eder, ma..ne vale la pena?

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE