Inter, le due vite di Borja Valero. La terza sarà in panchina?

Articolo di
1 Agosto 2020, 09:17
Condividi questo articolo

Borja Valero è la più grande sorpresa dell’Inter post-lockdown. A 35 anni e mezzo, il futuro dello spagnolo dovrebbe essere in nerazzurro ancora per un’altra stagione, dopo una prima parte di campionato passata a scaldare la panchina. Borja Valero ha vissuto due vite nell’annata calcistica in corso, ma anche la terza sembra più o meno tracciata

L’UOMO CHE VISSE DUE VOLTE – Se qualcuno avesse avvisato Borja Valero ad ottobre, probabilmente allo spagnolo sarebbe scappato da ridere. Nelle prime tredici giornate di questo campionato, l’ex Villareal non aveva collezionato neppure un minuto con la maglia dell’Inter. Il 23 novembre, nel corso della vittoriosa trasferta contro il Torino, sono arrivati i primi 45 minuti. Dopo il lockdown, Borja Valero è rimasto in panchina soltanto in due occasioni, per un totale di dieci presenze dal minutaggio variabile. Ma le grandi vittorie del cerebrale centrocampista spagnolo sono due, più o meno come le vite che ha vissuto nell’arco di un campionato intero.

SODDISFAZIONI – La prima, grande vittoria, consiste nell’aver strappato di bocca fior di complimenti al suo tecnico. Al ‘rude condottieroAntonio Conte, che difficilmente si sofferma sul rendimento dei singoli, ma per Borja Valero ha fatto una piacevole eccezione. La seconda soddisfazione, per lo spagnolo, era davvero impronosticabile. Conte, durante il lockdown, aveva studiato attentamente la transizione dal classico 3-5-2 a un più creativo 3-4-1-2. L’obiettivo era uno solo: cucire un vestito tattico che valorizzasse Christian Eriksen. Ecco: Borja Valero è spuntato dalla sabbia come fossimo in un film di Aldo, Giovanni e Giacomo. Si è preso quella mattonella dietro le punte, ha giocato più di 500 minuti post lockdown e messo in discussione proprio il danese. Stasera, contro l’Atalanta, in una gara la cui delicatezz escluderebbe (a priori) la titolarità dello spagnolo, Borja Valero si candida come alternativa più che credibile sulla trequarti. Ecco: questa è la terza, grande, vittoria stagionale dell’ex Fiorentina.

FUTURO SEGNATO? – Il campionato di Serie A 2019/20 difficilmente finirà sotto un velo di polvere nel breve e Borja Valero, partendo da quella che avrebbe dovuto essere la stagione dell’addio al nerazzurro, ha cominciato a costruire il proprio futuro. Negli ultimi giorni, infatti, si sono accavallate le voci di rinnovo per lo spagnolo. Un contratto fino al 2021, a 35 anni e mezzo, tirato fuori dal cilindro. E poi? Probabilmente Borja Valero tornerà nella sua amata terra iberica, dove comincerà a mettere le basi per la sua terza vita: quella da allenatore. Il physique du rôl non gli manca, ma difficilmente un tipo schivo e genuino come lui prenderà una decisione così complicata in quattro e quattr’otto. Anche questa, forse, è una grande vittoria umana di Borja Valero, ma ormai siamo abituati a sentirci come Antonio Conte: più parliamo di lui, più diventa difficile trovargli difetti di professionalità e attaccamento.

 




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.