Focus

Inter-Juventus, chi sarebbero stati i rigoristi di Inzaghi in Supercoppa Italiana?

Inter-Juventus è finita un secondo dopo il 120′, quando i tiri di rigori sembravano l’unico finale possibile per la finalissima di Supercoppa Italiana. Non brillando per numero e qualità di rigoristi la rosa nerazzurra, Inzaghi avrà tirato sicuramente un doppio sospiro di sollievo grazie a Sanchez

SOLO TRE RIGORISTI – Il gol di Alexis Sanchez al 121′ di Inter-Juventus (vedi analisi tattica) ha evitato l’epilogo più rischioso: la lotteria dei rigori. E se in porta l’Inter può vantare un para-rigori come Samir Handanovic, lo stesso non può dirsi per i battitori. Dopo i cinque cambi (su sei a disposizione, ndr) di Simone Inzaghi, in campo rimane ben poca scelta. Il rigorista designato è Hakan Calhanoglu, rimasto in campo fino all’ultimo proprio per quella eventualità. Poi l’ultimo entrato, Federico Dimarco, che in stagione si è già presentato dal dischetto (sbagliando il gol-vittoria contro l’Atalanta, ndr). E prima di lui anche Arturo Vidal, il grande ex di Inter-Juventus. E poi?

EMERGENZA FINALE – Il quarto rigorista probabilmente sarebbe stato Marcelo Brozovic, che pur non può definirsi specialista. E il quinto? A livello di statistiche, è Milan Skriniar il migliore, non Sanchez. E nemmeno Joaquin Correa, che si sarebbe improvvisato dal dischetto. Ma dalla panchina Inzaghi avrebbe potuto giocarsi il jolly. L’ultimo rigore della carriera di Aleksandar Kolarov oppure quello di Stefano Sensi prima della possibile cessione in prestito? Una domanda che resterà tale, senza risposta. Per fortuna Sanchez ha evitato i rigori all’Inter, che può godersi la vittoria in Supercoppa Italiana senza l’ultima partita nella partita dagli undici metri in Inter-Juventus…

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button