Focus

Inter, i recuperi di Sanchez e Gagliardini servirebbero già con la Sampdoria

In Sampdoria-Inter Inzaghi dovrà gestire la sua rosa. Le nazionali sudamericane lasceranno una rosa ridotta all’osso. Per questo i recuperi di Sanchez e Gagliardini sarebbero importanti.

RECUPERI LUNGHI – L’Inter in questo momento ha due giocatori fermi per infortunio. Ed entrambi sono in infermeria da un po’. Da un mese, come minimo. Parliamo di Alexis Sanchez e Roberto Gagliardini. La squadra per la verità non ha sentito la loro mancanza al momento. Ma Il loro recupero in questa sosta sarebbe importante per Inzaghi.

PROBLEMA SUDAMERICANI – Il motivo è sempre il solito. Quello legato alle partite dei nazionali sudamericani. L’Inter vedrà Lautaro Martinez, Correa, Vidal e Vecino disputare tre partite il 3, 5 e 10 settembre. Cosa che li mette tutti a rischio per la sfida con la Sampdoria. Nella migliore delle ipotesi saranno convocati per la trasferta di Genova. Ma il loro contributo sarà limitato, tra minutaggio con le rispettive nazionali (tranne Correa sono tutti titolari) e viaggi intercontinentali. Anche perché il 15 settembre c’è l’esordio in Champions League col Real Madrid. Inzaghi ha quindi bisogno di gestire i minutaggi e trovare nuove opzioni. E i due infortunati rispondono proprio alla necessità.

POCHE OPZIONI- I conti si fanno in fretta. A centrocampo tolti Vidal e Vecino di fatto l’unica opzione come cambio resta Sensi. Che però è anche un’opzione per l’attacco. Anzi, la principale. Infatti nel reparto offensivo senza Lautaro e Correa a disposizione di Inzaghi ci sono solo Dzeko e Satriano. Come nella prima giornata col Genoa, quando il tecnico puntò su un modulo col solo numero nove e un centrocampista in più. Sensi, appunto. La coperta insomma è corta. Singolarmente corta. Avere disponibili anche solo per uno spezzone Sanchez e Gagliardini migliorerebbe la situazione. Recupereranno in tempo?

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button