Inter-Fabregas, botto di Capodanno! Ricordate Yaya Touré?

Articolo di
28 dicembre 2015, 19:35
Fabregas

L’ultimo giorno dell’anno si avvicina e i botti si fanno sempre più rumorosi, proprio come quello fatto scoppiare oggi dal “Corriere dello Sport”. L’Inter sarebbe molto interessata a Cesc Fabregas, conteso da mezza Europa e insoddisfatto della sua situazione al Chelsea. Il nome è di quelli grossi, esattamente come quello di Yaya Touré. Do you remember?

FAVOLA O REALTÀ? – Quando vengono fatti certi nomi, qualsiasi tifoso del mondo è portato a fantasticare. D’altronde sognare non costa nulla e nessuno può vietarci di farlo. Però – c’è sempre un però -, non bisogna abusarne, come successo in occasione di un altro clamoroso nome accostato all’Inter per mesi e mesi: Yaya Touré. La bomba, nel caso del centrocampista ivoriano, era stata lanciata dalla “Gazzetta dello Sport”, e rifinita bene dal “Corriere dello Sport” – che si era addirittura spinto ad una sorta di ufficialità. Sappiamo tutti com’è andata a finire, probabilmente qualche contatto c’è stato, ma nulla di concreto.

CASELLA MANCANTE – Come nei puzzle, quando tutti i pezzi sembrano andare al loro posto ce n’è sempre uno mancante. Ecco, Cesc Fabregas per l’Inter sarebbe proprio il pezzo mancante, quello necessario per rifinire un’opera iniziata e portata avanti bene. Roberto Mancini ha scelto per la sua squadra un centrocampo dotato di fisicità e muscoli, e i risultati gli danno anche abbastanza ragione. Quando le cose non girano particolarmente bene però si fa sempre riferimento a quella caratteristica di cui la squadra nerazzurra è sprovvista: la costruzione di gioco. Ecco perché si fa con insistenza il nome di Andrea Pirlo – voce smentita a più riprese dallo stesso protagonista -, e adesso quello di Fabregas. Lo spagnolo ex Barcellona è un centrocampista di qualità, capace di giocare in tutti i ruoli in mezzo al campo: imposta come regista, si inserisce come una mezzala e si muove tra le linee come un trequartista. Segna e – soprattutto – fa segnare i compagni. Ha visione di gioco e tiro dalla distanza, ma predilige il gioco palla a terra. Pecca un tantino in fisicità, ma si integrerebbe alla perfezione in una mediana in cui a fare legna c’è Gary Medel. Senza girarci intorno, sarebbe davvero l’acquisto perfetto, peccato sia anche molto costoso e difficile da strappare al Chelsea. Se l’Inter dovesse centrare l’obiettivo stagionale che – ricordiamolo – equivale alla qualificazione in Champions, potrebbe avere le finanze necessarie per provare il grande colpo. Fino ad allora però, piedi per terra e pochi fronzoli. C’è un obiettivo da raggiungere, il mercato può aspettare.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE