Inter, “effetto Skriniar” per Lautaro. Spalletti se lo gode, ma con “bastone” alla mano

Articolo di
12 agosto 2018, 15:40
lautaro martinez

L’Inter ieri sera ha sbancato il “Wanda Metropolitano”, teatro della sfida di International Champions Cup contro l’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone: grande mattatore della serata è stato Lautaro Martinez, che con una rete bellissima regala la vittoria ai suoi. Inutile nascondersi, l’ex Racing Avellaneda ha stupito in questo pre-campionato ma ci ha pensato Luciano Spalletti a riportare tutti sulla terra

TORO SCATENATO – Lautaro Martinez ci ha messo davvero poco a conquistare i tifosi nerazzurri, che in questo pre-campionato hanno avuto un assaggio delle sue qualità che fanno davvero ben sperare. Non male come inizio per un giocatore che si trova alla sua prima esperienza in Europa, arriva da un campionato diverso e – cosa non da dimenticare – ha solo 20 anni. Anche ieri sera El Toro, così com’è soprannominato, ha regalato una perla. E non è stata una perla qualunque, perché è vero che si tratta solo di calcio d’agosto ma affrontare (e battere) una squadra ostica come l’Atletico Madrid nella sua “tana” non è mai scontato, per di più realizzando una rete tecnicamente favolosa. E chissà cosa avrà pensato Diego Simeone, che Lautaro lo avrebbe voluto eccome.

EFFETTO SKRINIAR – Dunque è facile entusiasmarsi dopo averlo visto all’opera, probabilmente anche per l’effetto sorpresa dovuto al fatto che pochi lo avevano visto giocare. Più o meno come successo l’anno scorso per Milan Skriniar, con la sostanziale differenza che lui un anno di Serie A lo aveva già fatto con la Sampdoria. Stesso impatto sul mondo nerazzurro dunque e stesso entusiasmo creato, ma nel caso dell’argentino ci ha pensato Luciano Spalletti a far tornare tutti sulla terra. Il tecnico nerazzurro nell’immediato post gara di Madrid, ha sottolineato le grandi qualità di Lautaro così come gli errori commessi e da non commettere più (QUI le parole del tecnico nerazzurro): bastone e carota insomma, quello che serve per la crescita di questo già promettente ragazzo.






ALTRE NOTIZIE