Focus

Inter e i rinnovi: in scadenza Brozovic e Perisic e attenzione a Vecino

L’Inter dopo gli Europei dovrà lavorare ad alcuni contratti in scadenza nel 2022. Si dovranno anche fare delle scelte su alcuni giocatori importanti, sia titolari che potenziali pedine di scambio: l’attenzione è su Ivan Perisic, Marcelo Brozovic e Matias Vecino.

Oltre al mercato che dovrà essere in attivo per i noti problemi finanziari, l’Inter dovrà concentrarsi su alcune situazioni contrattuali che al momento sembrano essere gestibili ma vanno risolte per non diventare spinose. In particolar modo bisognerà lavorare su Marcelo Brozovic, Ivan Perisic e Matias Vecino.

I CASI CHIARI – I due croati e l’uruguagio, insieme ad Arturo Vidal e Samir Handanovic, sono i giocatori che attualmente hanno il contratto in scadenza nel 2022. Ci sarà poco da discutere per quanto riguarda Marcelo Brozovic, considerato intoccabile, il cui rinnovo verrà discusso dopo gli europei. Abbastanza definita anche la situazione di Arturo Vidal, che possiede per altro un’opzione di rinnovo per un anno, ma difficilmente otterrà un rinnovo lungo. Anche la situazione di Samir Handanovic non desta preoccupazione, in questo caso la decisione sarà presa anche in accordo col giocatore, se e quanto vorrà prolungare la sua carriera.

I CASI DA DISCUTERE – Due casi da discutere sono invece quelli di Ivan Perisic e Matias Vecino. Perisic è un titolare dei nerazzurri ed è protagonista al momento di ottime prestazioni agli Europei con la maglia della Nazionale croata. Il suo contratto scade nel 2022 e dopo gli europei bisognerà sedersi a un tavolo per valutare molto attentamente la sua posizione. Se arriveranno offerte la società le valuterà per provare a monetizzare subito per non correre il rischio di perdere il giocatore a parametro zero tra un anno, se si prolungherà il legame con l’Inter non ci dovrebbero essere problemi a trovare un accordo per il rinnovo. Il caso Matias Vecino è ancora diverso. Il centrocampista uruguagio non è considerato un titolare, anche se godrebbe della stima di Simone Inzaghi. Il primo obiettivo sarebbe monetizzare, ma con un contratto in scadenza nel 2022 di un giocatore ormai prossimo a compiere 30 anni l’Inter non può alzare troppo le sue pretese: anche in questo caso bisognerà sedersi a un tavolo e riflettere seriamente su cosa fare.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button