Focus

L’Inter cerca un difensore a tutti i costi? Facciamo chiarezza

L’Inter è alla ricerca di un difensore per rinforzare il pacchetto arretrato, come conferma il direttore sportivo Ausilio. Un profilo che deve avere caratteristiche precise. Che spesso entrano in contrasto con alcuni rumor di mercato.

LINEA GUIDA CHIARA – L’Inter sta sondando il mercato alla ricerca di un difensore. Nello specifico, un difensore di piede mancino da usare come backup di Alessandro Bastoni. Questo è il diktat chiaro condiviso dall’area tecnica ed evidenziato dal DS Piero Ausilio. E sulla base di questa indicazione si dovrebbe giudicare la verosimiglianza dei vari nomi accostati all’Inter in questi giorni. Tralasciando le questioni anagrafiche, perché un giocatore classe 1995 (Mario Hermoso) non può “invecchiare” un reparto dove ci sono Francesco Acerbi (1988) e Stefan de Vrij (1992). Pertanto non si può considerare lo svincolato Ricardo Rodriguez (1992) un’alternativa, per quanto a costi più contenuti. Attenendosi alle parole di Ausilio, è poi facile escludere tanti dei profili fin qui avvicinati all’Inter.

Quali nomi per la difesa dell’Inter? Alcuni da scartare

POCA ATTINENZAJakub Kiwior dell’Arsenal (classe 2000) e Jaka Bijol dell’Udinese (1999) sono sicuramente nomi interessanti in ottica futura per l’Inter. Soprattutto perché rappresenterebbero investimenti contenuti in termini di cartellino e ingaggio (Kiwior guadagna 1,9 milioni di euro/anno, Bijol addirittura 900mila euro secondo il portale capology). Tuttavia sono entrambi difensori centrali puri, e solo il polacco è mancino di piede. Altrettanto escludibile è il nome del già citato Ricardo Rodriguez, prossimo ai 32 anni e con un approccio diverso da quello di Bastoni. Soddisfa di più il senso logico il nome di Lorenzo Pirola della Salernitana. Ma solo perché cresciuto nell’Inter, e quindi utile per le liste UEFA. Ma ancora molto acerbo (classe 2002) nonostante due buone stagioni con la Salernitana. Da escludere infine Kim Min-jae per i costi dell’operazione. Rimangono pertanto due nomi (in attesa di eventuali nuove voci di mercato) in linea con gli obiettivi dell’Inter, quantomeno tattici.

SOLO DUE NOMI – Il primo nome è quello di Hermoso, senza contratto dopo cinque stagioni all’Atletico Madrid. L’unico freno sullo spagnolo è rappresentato dall’aspetto economico: di tutti i nomi in lizza è quello che guadagna(va) di più, con uno stipendio da 4 milioni di euro netti a stagione. E i dialoghi sono più avviati di quanto sembra. Come piano B, in caso di richieste troppo esose dell’entourage di Hermoso, si può passare su Johan Vasquez del Genoa. Che richiederebbe comunque uno sforzo economico sul fronte del cartellino, ma che è più giovane dello spagnolo (di tre anni) e più futuribile, quindi perfettamente in linea con ogni esigenza nerazzurra. A prescindere da un’eventuale partenza di de Vrij, solo questi due nomi sono effettivamente spendibili in ottica Inter, col messicano del Genoa in vantaggio su Hermoso se consideriamo l’aspetto economico.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Se sei un interista vero, allora non puoi fare a meno di entrare nella famiglia Inter-News.it diventando a tutti gli effetti un membro attivo del nostro progetto editoriale! Per farlo basta semplicemente compilare il form di iscrizione alla nostra Membership - che è rigorosamente gratuita! - poi a contattarti via mail per darti tutte le istruzioni ci penseremo noi dopo il ritiro della INs Card personale! E se nel frattempo vuoi chiederci qualsiasi cosa, non perdere altro tempo: contattaci direttamente attraverso la pagina dedicata, che puoi raggiungere dal nostro sito come sempre con un click.


Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.