Inter-Cagliari, per Spalletti è l’ora delle verità sulla rosa

Articolo di
29 settembre 2018, 17:37
Luciano Spalletti

A poche ora dal fischio d’inizio di Inter-Cagliari, c’è attesa per le scelte di formazione di Luciano Spalletti a pochi giorni dalla delicata trasferta in Olanda contro il PSV Eindhoven in Champions League

VITTORIA E GESTIONE DI ENERGIELuciano Spalletti ha ripetuto a più riprese di provare un sentimento di totale fiducia nei confronti della rosa dell’Inter nella sua totalità e a poche ore da Inter-Cagliari è arrivato il momento di capire fino a che punto il tecnico nerazzurro ritenga all’altezza le seconde linee. L’Inter contro il Cagliari deve vincere, senza se e senza ma, però deve farlo possibilmente facendo rifiatare alcuni pezzi importanti della rosa: l’impegno infrasettimanale contro il PSV Eindhoven in Champions League può determinare le sorti dell’Inter nel girone e per poter credere in una qualificazione agli ottavi, visto il trittico Barcellona-Barcellona-Tottenham all’orizzonte, servono tre punti pesanti in Olanda.

TUTTI SULLA CORDAKwadwo Asamoah, Milan Skriniar, Marcelo Brozovic, Matias Vecino, Radja Nainggolan, Antonio Candreva, Ivan Perisic, Mauro Icardi: almeno la metà di questi 8 titolari impiegati da Spalletti contro il Tottenham dovranno necessariamente rifiatare per essere al meglio della condizione in Champions League. Ecco perché Dalbert, Joao Miranda, Borja Valero, Roberto Gagliardini, Joao Mario, Matteo Politano, Keita Balde e Lautaro Martinez sono tutti sulla corda per un posto da titolare questa sera contro il Cagliari. Invece Samir Handanovic per motivi di ruolo, Stefan de Vrij che ha riposato contro la Sampdoria sabato scorso e Danilo D’Ambrosio che non ha rincalzi visto l’infortunio di Sime Vrsaljko, a meno di un adattamento di Skriniar come contro il Tottenham, non dovrebbero essere soggetti a rotazioni.

NO TURNOVER MA ROTAZIONI NECESSARIE – Ingiusto parlare di turnover, concetto che enfatizza un’importanza secondaria alla partita, ma senz’altro l’Inter deve vincere una doppia partita onorando un principio richiamato ieri da Luciano Spalletti, quello di “rotazioni necessarie”: battere il Cagliari e farlo facendo riposare alcuni elementi titolari. Solo così l’Inter potrà fare quel salto di qualità in termini di maturità e mentalità che Spalletti auspica dall’inizio della stagione, con l’obiettivo di far rifiatare alcuni pezzi importanti della rosa e coinvolgere coloro che hanno avuto meno spazio.







ALTRE NOTIZIE