Focus

Inter, Bellerin e Zappacosta per la fascia destra. Chi il migliore per Inzaghi?

L’Inter, dopo la partenza di Hakimi, è alla ricerca di un esterno destro che possa sostituirlo nel 3-5-2 disegnato da Inzaghi. I nomi più caldi sono quelli di Hector Bellerin dell’Arsenal e Davide Zappacosta del Chelsea. Chi il migliore?

SOSTITUIRE – La situazione economica disastrosa, causata dalla Pandemia, ha costretto l’Inter a privarsi di uno dei protagonisti della cavalcata per il diciannovesimo scudetto: Hakimi, infatti, è ormai un giocatore del Paris Saint-Germain. La dirigenza nerazzurra è già da tempo al lavoro per sostituire l’esterno marocchino: i candidati principali sono Hector Bellerin, in uscita dall’Arsenal e Davide Zappacosta, di proprietà del Chelsea. Chi il migliore per Inzaghi?

MODULO – Il neo-tecnico nerazzurro predilige, come noto, il 3-5-2, come il suo predecessore Conte. A destra, quindi, è di fondamentale importanza avere un calciatore abituato ad arare tutta la fascia più volte nel corso del match. E Davide Zappacosta ha tutte le caratteristiche proprie di un esterno adatto al 3-5-2: corsa, atletismo e spirito di sacrificio. Lo stesso, invece, non può dirsi di Bellerin: abituato a giocare in una difesa a 4, dovrebbe passare da un inevitabile periodo di adattamento. Ad aggravare la posizione dello spagnolo, inoltre, c’è anche una sinistra disposizione agli infortuni che, negli ultimi tre anni, ne hanno minato la crescita.

ADATTO – Fra i due profili, quindi, il più adatto è certamente Zappacosta. Ma è la soluzione migliore per l’Inter? No, o almeno, non al momento. Il mercato è appena iniziato e, prima di affondare il colpo sull’ex Roma e Genoa, bisognerebbe guardarsi attorno e cercare profili più futuribili (Zappacosta ha 29 anni, ndr) e con margini di crescita superiori. I nomi più intriganti, seppur difficili, sono quelli di Dumfries del PSV e di Manuel Lazzari della Lazio.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button