Focus

L’Inter attende i nazionali: le questioni da risolvere, Lautaro Martinez e altri

L’Inter ha ripreso a lavorare per la nuova stagione sotto gli ordini del nuovo allenatore Simone Inzaghi. Mancano i nazionali impegnati tra Europei e Coppa America, al loro ritorno bisognerà affrontare alcune questioni. Tiene banco il rinnovo di Lautaro Martinez, ma non solo.

ATTESA PER I NAZIONALI – Nelle prossime 24 ore l’Europeo e la Coppa America vivranno il loro atto finale con le finali Italia-Inghilterra e Brasile-Argentina. Tre i nerazzurri impegnati, con Nicolò Barella e Lautaro Martinez certi del loro posto in squadra, mentre ci sono poche possibilità di vedere Alessandro Bastoni in campo a Wembley. Nel frattempo l’Inter è tornata al lavoro ad Appiano Gentile senza i vari nazionali impegnati nelle competizioni continentali, al loro ritorno bisognerà affrontare alcune questioni.

LAUTARO MARTINEZ TIENE BANCO – Si parla soprattutto di rinnovi di contratto. Tiene banco soprattutto Lautaro Martinez. Il “Toro” ha il contratto in scadenza nel 2023 e in teoria non sarebbe una priorità per motivi temporali, ma lo è per altre ragioni, prevalentemente sportive. Lautaro Martinez dopo due anni da protagonista assoluto sia con l’Inter che con la nazionale argentina merita un adeguamento del suo contratto e le trattative non sembrano essere facili. La volontà del giocatore sembra essere quella di restare in nerazzurro, ma le pretendenti non mancano di sicuro. Al ritorno del giocatore in Italia bisognerà sedersi a un tavolo con lui e con l’agente Camano per risolvere la questione il prima possibile ed evitare brutte sorprese.

GLI ALTRI RINNOVI – Non c’è soltanto Lautaro Martinez tra le situazioni contrattuali da tenere sotto controllo. Ci sono giocatori che vanno in scadenza nel 2022 e in teoria potrebbero mettersi d’accordo con un’altra squadra dal prossimo mese di gennaio. Tra questi bisogna prestare particolare attenzione a Matias Vecino, Ivan Perisic e Marcelo Brozovic. Il destino dell’uruguagio sarà deciso da Simone Inzaghi che potrebbe rilanciarlo in nerazzurro o, in alternativa, potrebbe rappresentare un utile capitale per una cessione. Discorso analogo si potrebbe fare anche per Perisic. Per Brozovic bisogna invece fare un altro ragionamento. Il centrocampista croato è una pedina imprescindibile del centrocampo nerazzurro e iniziare la stagione con una situazione contrattuale ancora non definita rischia di essere particolarmente pericoloso.

DESTINI DA DECIDERE – Tra i giocatori in scadenza nel 2022 ci sono anche Arturo Vidal e Radja Nainggolan. Se per quanto riguarda il belga c’è poco da discutere, il giocatore vuole andare al Cagliari e bisogna solo stabilire il come, sul cileno la situazione è più complessa. Appare difficile un rinnovo di contratto, ma al momento sembra anche difficile una cessione per fare cassa. Anche in questo caso la sensazione è che si prenderà una decisione con Simone Inzaghi appena il giocatore si aggregherà al gruppo dopo essere tornato in Italia.

SITUAZIONI DA RISOLVERE – Insomma, le situazioni da risolvere e le gatte da pelare sono tante per l’Inter che è alle prese con una stagione post scudetto abbastanza complicata da preparare. La cessione di Hakimi, le poche velleità sul mercato dovute alla situazione finanziaria e l’addio di Antonio Conte, almeno a giudicare dall’accoglienza ricevuta dalla squadra ad Appiano Gentile, per il momento non sembrano aver influito sul morale dell’ambiente. Presentarsi all’inizio del campionato però con tante situazioni ancora non definite rischia di creare tensioni che di sicuro non sarebbero gradite a Simone Inzaghi già alle prese con la difficile eredità di Antonio Conte.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button