Inter, dopo l’attaccante serve un altro acquisto. E con caratteristiche chiare

Articolo di
15 agosto 2019, 15:42
Antonio Conte

L’Inter, in questa prima metà di agosto, dopo aver preso Romelu Lukaku sta (giustamente) cercando un altro attaccante per completare il reparto, che sia Edin Dzeko o Paulo Dybala in uno scambio con Mauro Icardi. C’è però la necessità di prendere un ulteriore giocatore in un ruolo più o meno scoperto.

SULLA FASCIA – L’Inter, a oggi, si ritrova Dalbert Henrique e Kwadwo Asamoah come laterali a sinistra, più Antonio Candreva e Valentino Lazaro (con Danilo D’Ambrosio adattabile, ma fino a un certo punto) a destra. Nel 3-5-2 di Antonio Conte, dove gli esterni hanno un ruolo chiave, sembra un po’ poco, soprattutto perché il brasiliano in questi due anni ha avuto un rendimento insufficiente ed è sul mercato. Nel corso della tournée in Asia il tecnico ha provato Ivan Perisic, con risultati negativi tanto che poi il croato è andato al Bayern Monaco, e sulla destra non ha ancora quasi avuto Lazaro, infortunatosi pochi giorni dopo l’amichevole col Lugano. Ecco perché, a undici giorni dal debutto in Serie A in Inter-Lecce, c’è da pensare a un altro rinforzo sugli esterni.

NON SOLO LA PUNTA – L’attaccante è il nome su cui gira il mercato dell’Inter, ma non può fermarsi a Edin Dzeko (o Paulo Dybala o chi per lui). A prescindere dall’eventuale cessione di Dalbert un laterale, più a sinistra che a destra proprio per sostituire il brasiliano, sarebbe molto utile per chiudere la rosa. Dei vari nomi su cui si è discusso fin qui Cristiano Biraghi sembra il più facile da prendere, sia per una questione di lista (è un prodotto del vivaio) sia perché verrebbe scambiato con Dalbert, ma la fattibilità dell’operazione è tutta da vedere. Da anni ogni sessione di mercato viene citato Matteo Darmian, ma non risponderebbe affatto alle necessità dell’Inter, essendo un difensore puro e con diverse lacune per fare l’esterno.

CHI PRENDERE – Un giocatore che farebbe comodissimo all’Inter sarebbe Marcos Alonso, già avuto da Conte al Chelsea, perché sa fare entrambe le fasi e accompagna l’azione con estrema facilità, risultando pure bravo nel battere i calci piazzati (mancanza atavica dei nerazzurri). Il problema è che i Blues difficilmente se ne potranno privare, visto che il mercato inglese è chiuso e in particolare il loro è bloccato. Così un’alternativa interessante sarebbe Filip Kostic dell’Eintracht Francoforte, che in Germania gioca nel 3-4-1-2 e quindi anche lui non avrebbe problemi di adattamento, con conoscenza del ruolo di laterale a tutta fascia e spiccate caratteristiche offensive. All’Inter non serve un terzino da piazzare largo a coprire cento metri di campo o quasi, ma un giocatore in grado di difendere e attaccare: ecco come dovrà essere l’ultimo rinforzo, perché il povero Asamoah non potrà giocare le quarantacinque partite (minime) che prevede la stagione.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE