Focus

Il Napoli di Gattuso è cambiato ancora e non è solo catenaccio

Il Napoli non è più una contender per lo scudetto, ma con Gattuso è tornata ad essere una squadra solida e con riferimenti chiari. Oggi non è solo catenaccio e ha una sua identità di calcio.

TATTICA – Gattuso è già nella sua terza fase di gestione del Napoli e della sua rosa. Dopo quella iniziale di ambientamento c’è stata quella della difesa a oltranza (su cui l’Inter si è schiantata in Coppa Italia) e ora, ritrovati i risultati, il gioco si è sviluppato ancora. Il modulo di riferimento è sempre il 4-3-3 e la variabilità riguarda il mediano davanti alla difesa (Demme e Lobotka) e la prima punta (Milik, Mertens, ma anche Lozano). Nello sviluppo del gioco il modulo diventa un 4-1-4-1 e il baricentro può anche essere molto alto. Il Napoli è la squadra col possesso medio più alto del campionato (57,2% e la percetuale si alza persino in trasferta).

STATISTICHE – La partita col Sassuolo (in cui ai neroverdi sono stati comunque annullati 4 gol per fuorigioco) è stata la prima senza gol al passivo per il Napoli dal 23 giugno. Vale a dire la prima gara post Covid, col Verona, appena dopo la vittoria della Coppa Italia. 11 gol subiti nelle 7 partite tra queste due. Gli azzurri segnano la maggior parte dei loro gol dal 60esimo in poi (25 su 58, quasi il 50%) in un attacco molto democratico, che vede solo Milik oltre i 10 gol segnati (11 per la precisione). Il Napoli è la squadra più corretta della Serie A: appena 70 i cartellini gialli (l’Inter ne assomma 91) e 2 rossi (i nerazzurri 7).

DETTAGLI – In difesa il referente assoluto è Koulibaly, ma nel post Covid è riemerso Maksimovic. Con Gattuso il serbo è tornato a buoni livelli. A centrocampo Demme è l’uomo che porta copertura ed equilibrio, acquisto fondamentale del mercato di gennaio. I due interni titolari sono Fabian Ruiz e Zielinski: elementi cardine del gioco, sono rispettivamente primo e secondo per km a partita. Lo spagnolo in più è secondo per assist con 6 e per passaggi di media. In attacco attenzione al fresco ex Politano, uno che ha già gol all’Inter in curriculum e potrebbe avere anche il dente avvelenato.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh