Focus

Icardi, Spalletti ferisce l’orgoglio! Rispetto va praticato, anche senza fascia

Mauro Icardi ha finalmente rotto il silenzio con un lungo sfogo social nel quale attacca chiaramente la dirigenza dell’Inter (vedi articolo): l’ennesimo capitolo, speriamo l’ultimo, del muro contro muro infinito tra lui, la moglie-manager Wanda Nara e la società che gli ha tolto la fascia di capitano. L’argentino non mette in dubbio il suo amore per l’Inter, ma lamenta poco rispetto. Lo stesso rispetto chiesto, guarda caso, da Wanda Nara. Lo stesso rispetto che loro non stanno avendo

COLPO ALL’ORGOGLIOMauro Icardi parla, si sfoga e prende posizione. Ci ha messo un po’ per farlo, e probabilmente le parole odierne di Luciano Spalletti hanno giocato un ruolo fondamentale: il tecnico nerazzurro infatti, sia durante la conferenza che dopo, ha chiaramente espresso la volontà di non parlare di lui ma solo di chi scende in campo dimostrando di avere a cuore le sorti dell’Inter (vedi articolo). Un bel colpo all’orgoglio dell’ex capitano, che reagisce parlando di amore ma anche di rispetto, poco secondo lui.

RISPETTO DA PRATICARE – L’argentino rinfaccia tutto l’amore che finora ha dimostrato per l’Inter, giocando con dolori lancinanti, rifiutando offerte alle quali nessun professionista avrebbe rinunciato e rimanendo in nerazzurro seppur in condizioni non ideali. Bene Mauro, te ne va dato atto e lo facciamo. Però, c’è un però, il rispetto prima di pretenderlo andrebbe praticato. E non solo in condizioni ideali, non solo con la fascia di capitano al braccio, che non è un trofeo da esporre, come ha giustamente fatto notare il neo capitano Samir Handanovic. La fascia di capitano è un qualcosa che devi dimostrare di meritare, soprattutto nel tempo. E questo non è avvenuto.

ESAME DI COSCIENZA – Lamentare poco rispetto da parte di chi “prende le decisioni” equivale ad attaccare tutta la dirigenza, perché quella decisione è stata presa da tutti. E non vogliamo mica credere al fatto che tutti, quel famoso giorno, si siano alzati con il piede sbagliato e decisi a togliere la fascia a Icardi senza motivo. Non è così, e lui lo sa bene. Così come lo sa bene sua moglie, nonché manager, Wanda Nara. E si torna ancora una volta alla parola rispetto, perché lei ne ha avuto ben poco per l’Inter negli ultimi tempi e di conseguenza anche lui. Se chi ti rappresenta si espone in quel modo, attaccando continuamente la società e il gruppo, non puoi stare fermo inerme e lasciare che tutto sprofondi. E lui questo ha fatto. Poi si aggiunge tutto il resto: la convocazione per la partita con il Rapid Vienna rifiutata, il dolore al ginocchio che improvvisamente non gli permette di scendere in campo, fino agli esami clinici che non hanno rilevato alcun problema insormontabile. E quindi, caro Icardi, prima di pretendere rispetto prova a fare un esame di coscienza. Male non fa.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh