Hakimi deve dimenticare Inter-Lazio e concentrarsi sull’avversario più temuto

Articolo di
17 Febbraio 2021, 14:11
Hakimi - Inter-Milan Coppa Italia - Copyright Inter-news.it - Foto Tommaso Fimiano Hakimi – Inter-Milan Coppa Italia – Copyright Inter-news.it – Foto Tommaso Fimiano
Condividi questo articolo

Hakimi è l’unica vera novità dell’Inter di Conte in questa stagione. E dalle sue giocate passano le speranze nerazzurre di avere la meglio sugli avversari in Serie A. Archiviata Inter-Lazio, Milan-Inter offre subito un uno contro uno di altissimo livello

NON SOLO TERZINO – La prestazione di Achraf Hakimi in Inter-Lazio non è stata brillante. Ad ammettere una cosa simile si rischia di passare per ridicoli, ma l’esterno destro marocchino dell’Inter ci ha abituato a ben altre giocate. E il motivo è banale. Contro la Lazio si è preoccupato più della fase difensiva che di quella offensiva, portando a termine le consegne tattiche di Antonio Conte. Ciò non giustifica ugualmente tutti gli errori fatti palla al piede nella metà campo biancoceleste. Va bene la prestazione sufficiente da terzino, ma non si raggiunge nemmeno il 5.5 in pagella considerando la fase offensiva annullata. La possibilità di fare la differenza passa soprattutto dalla spinta garantita verso la porta avversaria. E i numeri stagionali (gol e assist) lo dimostrano.

DUELLO ALLA PARI – Domenica sera a San Siro dovrà affrontare l’amico-nemico Theo Hernandez, che sulla fascia sinistra (la destra per Hakimi, ndr) è senza alcun dubbio il più forte in Serie A. E quindi quello da temere maggiormente nella propria metà campo. Perché il francese del Milan ha più di una lacuna difensiva, ma quando attacca sa essere devastante come pochi. Hakimi deve dimenticare Inter-Lazio e recuperare Inter-Milan, derby d’andata. In quell’occasione il duello tra i due sulla fascia è stato vinto nettamente dall’interista ma i tre punti li ha portati a casa il milanista. C’è da invertire questa tendenza. E soprattutto approccio alla gara. Per quanto Hakimi dovrà difendere come fatto contro la Lazio, per limitare Theo Hernandez servirà attaccarlo fin dal primo minuto. Per tenerlo basso e dare un vantaggio competitivo all’Inter. Si deciderà anche qui, Milan-Inter. All’andata lo ha fatto, domenica dovrà ripetersi e sperare nello supporto dei compagni.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.