Fiorentina parla troppo, Inter troppo poco: società batti un colpo se ci sei!

Articolo di
26 settembre 2018, 14:29
Inter-Fiorentina

La Fiorentina ieri sera ha perso a San Siro contro l’Inter e non ha mandato giù la cosa: nel post-partita è un tripudio di attacchi abbastanza sopra le righe. Da Giancarlo Antognoni che afferma di non aver mai visto nella sua carriera un rigore come quello assegnato ai nerazzurri al Presidente viola Mario Cognigni che assegna il premio di migliore in campo dell’Inter all’arbitro Paolo Silvio Mazzoleni, per finire a Stefano Pioli che reclama sul contatto tra Danilo D’Ambrosio e Federico Chiesa degno di un tuffo della miglior Tania Cagnotto. E in tutto questo l’Inter tace

DELUSIONE ESAGERATA – La Fiorentina ieri sera a San Siro è caduta contro l’Inter pur giocando una buona partita, nel secondo tempo in particolare: probabilmente il pareggio sarebbe stato più giusto, ma vogliamo ricordare al tecnico viola Stefano Pioli che il gol del pari di Federico Chiesa è arrivato in maniera abbastanza fortunosa così come le altre occasioni, costruite sugli errori dell’Inter. Per cui sì, ci sta essere delusi a caldo ma insomma qualche commento di troppo c’è stato.

SHOW A CALDO – Mi permetto di parlare di commenti esagerati perché tutto questo arbitraggio clamorosamente a favore dell’Inter non c’è stato: innanzitutto Chiesa, che se fosse stato punito per una delle sue innumerevoli simulazioni non avrebbe terminato i 90′ e nemmeno messo a segno il ‘gollonzo’ del momentaneo pareggio. Spiace per Pioli – bravissima persona e buon tecnico -, ma il contatto Danilo D’Ambrosio-Chiesa non è rigore e non serviva di certo rivederlo al VAR per esserne certi così come non era rigore su D’Ambrosio che si lascia sicuramente andare in area. Il rigore dato all’Inter non ha nulla di scandaloso, carissimo Giancarlo Antognoni: non ha mai visto un rigore del genere? Guardi un po’ quello assegnato all’Udinese la scorsa stagione a San Siro proprio contro l’Inter come suggeritogli da Luciano Spalletti, potrebbe cambierà idea. O magari si ricordi che i polpastrelli fanno parte della mano.

INTER RISTABILISCI L’ORDINE – Ma tutto questo perché succede? Perché una normalissima partita con un calcio di rigore a favore dell’Inter – per quanto assurdo possa sembrare, visti i recentissimi precedenti – deve necessariamente apparire come un qualcosa di scandaloso? È presto detto: perché l’Inter è troppo signorile, nel bene e nel male. Va benissimo non voler imbastire un processo in pubblica piazza quando gli episodi sono tutti a sfavore, va benissimo non voler replicare a caldo agli attacchi dell’avversario di turno però qualcosa va detta. E va detta perché nessuno deve permettersi di alzare così tanto la voce senza delle solide motivazioni. Quello che ieri sera ha fatto la Fiorentina a San Siro è abbastanza fuori luogo, nemmeno dopo lo scandaloso – quello sì –  arbitraggio subito in Champions qualche anno fa sono arrivati a dire tanto. Perché farlo proprio contro l’Inter e senza fondamenta? Forse perché hanno avuto l’impressione di poterlo fare e la responsabilità è anche un po’ di chi non ristabilisce l’ordine. Tocca a te Inter, se ci sei batti un colpo.







ALTRE NOTIZIE