Focus

Ex di Inter-Sassuolo: Stefano Sensi convitato di pietra a San Siro

Dopo la vittoria contro la Sampdoria, i nerazzurri di Antonio Conte scenderanno in campo stasera, ore 19.30, nel solito San Siro deserto. Inter-Sassuolo è una gara fondamentale per i diversi obiettivi delle due squadre. I due allenatori cambieranno molto rispetto all’ultima uscita, ma c’è chi rimpiange già un grande assente: Stefano Sensi.

INTER-SASSUOLO A MAGLIE INVERTITE

SOGNARE PER CREDERCI – Ad Antonio Conte l’avranno detto decine di volte durante il lungo lockdown: lo scudetto, per l’Inter, è poco più di un miraggio in questo stato di cose. Juventus e Lazio sono davvero lontane, nonostante un passo falso dei biancocelesti (questa sera, ore 21.45, a Bergamo) rischierebbe di ridurre il gap con la prima delle due contendenti. Ma il tecnico salentino si crogiola nelle sfide impossibili, balla a ritmo di valzer con i risultati già scritti e ripartire (quasi) da zero lo manda in brodo di giuggiole. L’Inter si presenta davanti al Sassuolo con la stessa sceneggiatura proposta contro la Sampdoria: giocare per vincere, vincere e poi restare in silenzio. Mettere pressione agli eventi, scaricandola dalle spalle dei nerazzurri, è la strategia di Conte post-lockdown. E poi? Poi, sarà quel che sarà. D’altronde, l’upgrade nel gioco e nei punti è sotto l’occhio di tutti senza bisogno di firma in calce. Giusto per non perdere totalmente aderenza con le vecchie abitudini, Antonio Conte sarà costretto a fronteggiare (di nuovo) un’emergenza a centrocampo. Come nei giorni di pressione massima (e di fumo dalle orecchie) in cui il tecnico chiedeva disperatamente rinforzi. E ancora, proprio per rivangare abitudini mai davvero sepolte, in Inter-Sassuolo mancherà Stefano Sensi, proprio in un momento in cui servirebbe davvero.

EX SASSUOLO NELL’INTER (1)

SENSI – Parafrasando il noto scrittore Eduardo Galeano, che descriveva l’utopia come un orizzonte irraggiungibile ma stimolante, verrebbe da pensare che Stefano Sensi serva proprio a questo: a far credere a tutti che l’impossibile sia in realtà a qualche metro di distanza. “L’impossibile“, per Antonio Conte, è tornare ad avere soluzioni di qualità, e quantità, in organico. L’alternanza con Christian Eriksen sulla trequarti era il fascicolo bollato “TOP SECRET” dal tecnico nerazzurro. Sensi come crimaldello a gara in corso, oppure come fosforo di qualità in una mediana spumeggiante con Nicolò Barella e/o Marcelo Brozovic. Tante soluzioni, prontamente accartocciate dall’ennesimo infortunio. Il bicipite femorale del genietto ex Sassuolo non ha retto la pressione della ripartenza. Proprio nel momento in cui l’Inter stava per mettere le mani su quell’utopia di soluzioni tattiche. Inter-Sassuolo è la partita in cui Sensi si chiama in causa da solo, in virtù del grande lavoro che Roberto De Zerbi ha fatto sull’ex Cesena. Staccandosi, ma non totalmente, dai compiti di pura regia e impostazione, il fantasista romagnolo ha compiuto un salto di qualità indiscutibile legandosi a doppio filo con gli ultimi venti metri di campo. La grande qualità nei fondamentali ha accompagnato questa mutazione costruendo un calciatore “bilaterale”, cioé capace di orientarsi e di cercare il pallone senza fatica nelle due metà campo. Sensi non è soltanto un grande connettivo tattico, ma si è trasformato progressivamente in un valorizzatore e, perché no, anche in un discreto finalizzatore. Tutto questo si è visto in forma condensata e supersonica nei primi mesi in nerazzurro, con una crescita che sembrava dover sfociare in un futuro radioso anche in Nazionale. Il calvario successivo, con 5 infortuni spigolosi nell’arco di 9 mesi, ha cominciato a generare dubbi anche sul riscatto da pagare ai neroverdi. La permanenza all’Inter non sembra in discussione, ma chissà se Antonio Conte tornerà nuovamente così vicino alla sua personale utopia tattica.

Presenze nel Sassuolo: 68; Reti: 5

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.