FocusPrimo Piano

L’Europa scopre Calafiori. Con grande gioia da parte dell’Inter

Riccardo Calafiori è uno dei nomi più caldi dell’attualità calcistica grazie al suo esordio a Euro 2024 in Italia-Albania (2-1). E anche l’Inter gode per la grande visibilità del compagno di Alessandro Bastoni.

NOME (NON) NUOVO – Dire che l’Italia sta scoprendo Riccardo Calafiori sarebbe riduttivo. Perché è tutta Europa a stropicciarsi gli occhi per il difensore del Bologna dopo il suo esordio a Euro 2004 contro l’Albania. Nonostante a finire sul tabellino sia il suo compagno di reparto Alessandro Bastoni, pilastro dell’Inter e autore del momentaneo 1-1. Già prima del torneo continentale il 22enne del Bologna era uno dei nomi più caldi in vista del prossimo mercato. Se dovesse confermare le note positive della prima gara, è sicuro che Calafiori comparirà ancor più spesso nelle cronache di calciomercato. Con grande compiacimento da parte dell’Inter, paradossalmente.

NUMERI DIVERSI – Appare infatti strano leggere così tanti elogi verso Calafiori, pur essendone pienamente meritevole dopo la straordinaria stagione a Bologna. La prima vera stagione per lui, dopo quella a Basilea dell’anno precedente. Che il classe 2002 cresciuto nella Roma corona con la storica qualificazione in Champions League dei felsinei, cui contribuisce con 2 gol e 5 assist. Numeri migliori di quelli di Bastoni (1 gol e 3 assist in stagione). Che però chiude il 2023/24 con lo Scudetto della seconda stella, e soprattutto col premio di miglior difensore della Serie A 2023/24. E allora perché tanta differenza di trattamento mediatico, viene da chiedersi?

BASSO PROFILO – Rispetto a Bastoni, Calafiori è indubbiamente più giovane: 22 anni contro 25. Giovinezza che si traduce però in un bagaglio di esperienza completamente a favore del difensore dell’Inter. Che arriva a questo Europeo dopo cinque stagioni da assoluto protagonista in nerazzurro. Con cui ha all’attivo 201 presenze, più del doppio di quelle totali di Calafiori (92 in carriera finora). 35 delle quali in Champions League. E uno stile di gioco che segna un’evoluzione del ruolo di difensore centrale, dato che Bastoni è uno dei primi registi della squadra (e lo conferma anche con l’Italia). Verrebbe quindi da considerare più lecita una grandissima attenzione dei top club europei verso il numero 95 dell’Inter. Cosa che sembra non avvenire, dato che le copertine riportano il nome di Calafiori. Con grande gioia dei nerazzurri, che possono godersi il gioiello numero 95 senza doversi difendere dalle sirene di mezza Europa.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Se sei un interista vero, allora non puoi fare a meno di entrare nella famiglia Inter-News.it diventando a tutti gli effetti un membro attivo del nostro progetto editoriale! Per farlo basta semplicemente compilare il form di iscrizione alla nostra Membership - che è rigorosamente gratuita! - poi a contattarti via mail per darti tutte le istruzioni ci penseremo noi dopo il ritiro della INs Card personale! E se nel frattempo vuoi chiederci qualsiasi cosa, non perdere altro tempo: contattaci direttamente attraverso la pagina dedicata, che puoi raggiungere dal nostro sito come sempre con un click.


Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.