Esposito e Agoumé, la classe 2002 bussa alle porte dell’Inter

Articolo di
5 luglio 2019, 21:43
Esposito Agoumé

Quella di oggi è stata la giornata di Lucien Agoumé e Sebastiano Esposito. Il francese è diventato ufficialmente un giocatore dell’Inter (QUI il comunicato ufficiale), mentre l’attaccante ha rinnovato il suo contratto (QUI i dettagli)

CLASSE 2002 – Lucien Agoumé è un classe 2002 come Sebastiano Esposito. A separarli 5 mesi (il francese è nato il 9 febbraio, mentre l’italiano il 2 luglio, ndr). L’anno di nascita non è però l’unica cosa che li accomuna. Entrambi sono due giovani talenti su cui l’Inter punta, sono centrali nelle rispettive nazionali giovanili e hanno bruciato le tappe in prima squadra.

AGOUMÉ – Il francese è un centrocampista. Alto 1,85 m è paragonato a Paul Pogbà grazie alla sua agilità e alla qualità nelle conclusioni dalla distanza. Nell’ultima stagione ha collezionato 15 presenze (tutte nella seconda parte di stagione, ndr) in Ligue 2 e 1 in Coupe de France giocando nei due di centrocampo nel 4-2-3-1 del Socheaux. È capitano della Francia Under 17 con cui ha disputato l’Europeo Under 17 terminato in semifinale contro l’Italia proprio di Esposito.

ESPOSITO – Del talento di Castellammare di Stabia sappiamo di più. Nasce come punta centrale, ma non disdegna spaziare su tutto il fronte d’attacco. La sua stagione è iniziata col gol nella Supercoppa Italiana Primavera contro il Torino (20 i minuti giocati) e si è conclusa con i 5 gol e un assist nella fase finale del campionato Under 17. Nel mezzo 25 gol con i suoi pari età, 7 centri con la Primavera di Armando Madonna (2 nella semifinale contro la Roma, ndr), il grande Europeo disputato con l’Italia Under 17 guidata fino alla finale con 4 gol e due assist (un gol contro la Francia di Agoumé), ma soprattutto l’esordio in prima squadra il 14 marzo negli ottavi di finale di Europa League contro l’Eintracht Francoforte con tanto di record come giocatore più giovane dell’Inter a esordire in una competizione europea battuto (16 anni e 255 giorni, ndr). Segno particolare? Gran cecchino su punizione.

SCELTA – Ora il neo tecnico nerazzurro Antonio Conte li valuterà in questi primi mesi portandoli anche nella tournée in Cina e poi deciderà se aggregarli in pianta stabile alla prima squadra o solo occasionalmente “lasciandoli” crescere in Primavera. Una cosa è certa, la classe 2002 scalpita e bussa alle porte dell’Inter.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE