Eriksen, due gare per svoltare. Il danese sospeso tra Atalanta e Getafe

Articolo di
31 Luglio 2020, 10:00
Condividi questo articolo

Antonio Conte sta decidendo se lanciare il danese dal primo minuto contro Atalanta e Getafe. L’Europa League sembrerebbe il terreno di caccia migliore per le doti di Eriksen, che contro il Napoli è subentrato allo scadere. L’ex Tottenham si gioca una gran fetta del giudizio di questa stagione nelle prossime due partite

TUTTO O NIENTE – Christian Eriksen è giunto ad un bivio. Domani sera dovrebbe partire dal primo minuto contro l’Atalanta, ma Antonio Conte è ancora indeciso sull’impiego del trequartista contro Gian Piero Gasperini. In ogni caso, difficilmente il danese sarà tenuto fuori per novanta minuti da una partita così delicata e importante. Mercoledì sarà la volta degli ottavi di finale di Europa League, tra Inter e Getafe. Vista da fuori, sembra la classica partita in cui uno come Eriksen avrebbe il potere di decidere chi, come e quando sbloccare l’impasse.

TOUR DE FORCE – Nel corso dell’ultima sfida contro il Napoli, Eriksen è sceso in campo giusto per una passerella finale. Questo potrebbe sciogliere i dubbi su un eventuale impiego del danese domani sera, in virtù delle consuete rotazioni di Conte. D’altro canto, il tecnico pugliese sta ragionando con grande meticolosità su chi mandare in campo in queste due partite. Il poco scarto temporale tra Atalanta e Getafe spingerà l’ex Chelsea a gestire le risorse fisiche in maniera oculata, non solo per quanto riguarda Eriksen.

TRAMPOLINO O BARATRO – La vera domanda, quindi, è se il danese avrà la capacità di incidere nei prossimi due impegni ravvicinati. In molti hanno cominciato a sperare che il contesto europeo metta Eriksen davvero a suo agio. Una trasformazione radicale di approccio, attesa da tempo, sembra piuttosto improbabile soprattutto perché è l’Inter a non aver ancora assimilato tatticamente l’ex Tottenham. In ogni caso, dopo il lockdown, buone cose si son viste. Eriksen è partito dal primo minuto in otto occasioni, Coppa Italia compresa. Di certo, l’ambiente Inter si aspettava (e si aspetta) molto di più. Qualcosa di molto simile ad una ghiotta occasione arriverà domani sera, al Gewiss Stadium, contro l’Atalanta. “Ultima spiaggia“, invece, è un epiteto che possiamo tenere buono in vista del Getafe. Soltanto allora potremo decidere con che voto bollare i primi mesi di Eriksen in nerazzurro. Ma il match di Europa League è un bivio decisivo per molti, Conte compreso, che devono decidere se continuare la cavalcata europea oppure accartocciare, sbuffando, una stagione davvero strana.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.