Eriksen all’Inter, vichingo che può riscrivere la storia della Danimarca nerazzurra

Articolo di
28 Gennaio 2020, 21:04
Eriksen
Condividi questo articolo

Christian Eriksen è lo straordinario colpo di mercato messo a segno dall’Inter in questa sessione invernale. Il danese arriva all’Inter per apportare qualità al centrocampo di Conte, accorciando ancor di più il gap con la Juventus. Ecco gli altri danesi che hanno indossato la maglia nerazzurra prima di lui.

POETA VICHINGOChristian Eriksen non ha i tratti somatici propriamente appartenenti ai leggendari vichinghi. Lo si è visto anche nelle prime foto con (quasi) la maglia dell’Inter. Più che un guerriero arcigno bramoso di dominare i difficili mari del Nord d’Europa, un artista che preferisce trafiggere i nemici a colpi di calcio sopraffino. Non è il primo giocatore proveniente dalla Danimarca a indossare la maglia nerazzurra, ma è sicuramente il più talentuoso di quelli che l’hanno preceduto.

SENZA RANCORE – Il primo calciatore danese a vestire la maglia dell’Inter è stato Harald Nielsen. Attaccante classe 1941, arriva giovanissimo in Italia, dopo aver segnato 43 gol in patria: esordì con la maglia del Frederikshavn siglando una tripletta. A scommettere su di lui è il Bologna, che lo acquista quando ha appena 20 anni. In sei stagioni all’ombra delle Due Torri, Nielsen segnerà la bellezza di 100 gol in 181 partite. Tra questi, il gol che chiude il 2-0 con cui il Bologna batte l’Inter, nello spareggio che aggiudicò lo storico scudetto 1963/64. Segnerà altre 38 reti in Emilia, prima di trasferirsi proprio all’Inter nel 1967. Una sola stagione a Milano, dai toni estremamente pallidi: appena 4 gol tra campionato e Coppa di Campioni. Passerà al Napoli l’anno successivo, ma i guizzi di Bologna non torneranno più.

ATTRAVERSO I NAVIGLI – Il secondo e penultimo giocatore danese nella storia dell’Inter è stato Thomas Helveg. Arrivato anche lui poco dopo essere stato incoronato Campione d’Italia (col Milan 1998/99), in nerazzurro rimane una sola stagione. Attraversa il Naviglio nel 2003, ma in realtà il suo cartellino è depositato negli uffici dell’Inter già da due anni. I due club hanno imbastito un derby di mercato, con Helveg e Cyril Domoraud al centro. Se l’ivoriano non è mai sceso in campo con i rossoneri, venendo ceduto già dopo 10 giorni, al terzino danese non va molto meglio. Scende in campo 32 volte coi nerazzurri, senza riuscire a replicare i fasti che lo resero celebre nell’Udinese di Alberto Zaccheroni (che ritrova all’Inter dopo l’esonero di Hector Cuper).

 


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE