Focus

Dimarco versione nazionale: gol e prestazioni top, un messaggio a Inzaghi

Federico Dimarco ha trovato il suo primo gol con la maglia azzurra nella gara di ieri contro l’Ungheria. La rete dell’esterno sinistro dell’Inter è valso il 1500esimo gol della Nazionale Italiana. Oltre al gol, notevole la prestazione del “canterano” nerazzurro. 

IN FORMA Federico Dimarco non sarà Ivan Perisic, ma sa essere utile in altro modo. Chiarito questo, bisogna riconoscere i meriti a questo ragazzo. L’esterno sinistro da inizio stagione ha dimostrato di essere uno dei pochi in forma dell’Inter. Se n’è accorto il CT Roberto Mancini, che l’ha infatti convocato per gli impegni della Nazionale. Il classe 1997 è stato impiegato da titolare in entrambe le partite, contro Inghilterra e Ungheria. Il CT azzurro ha voluto puntare sullo stesso modulo usato da Simone Inzaghi, 3-5-2 già più che conosciuto da Dimarco che lo ha dimostrato, segnando anche. Padroneggia la fascia anche contro Reece James, laterale del Chelsea che in bacheca conta già una Champions League, una Supercoppa europea e un Mondiale per club. Non uno qualunque insomma.

RUOLO – Tra i motivi di queste due ottime prestazioni, c’è sicuramente il ruolo (vedi articolo). Dimarco è un esterno sinistro, fine. Non ha sicuramente il dribbling di Perisic, ha tanta corsa e un mancino educato sia per crossare che per concludere direttamente in porta. Il fisico è chiaro che non sia quello di un difensore. Utilizzato come “braccetto” di sinistra nella difesa a 3, le prestazioni chiaramente calano. Ha più responsabilità difensive e un fisico che non lo aiuta in queste situazioni. Basta ricordare la trasferta decisiva a Bologna dello scorso anno dove marca Marko Arnautovic. Come si dice nel basket, un miss match non da poco: 1,75 m Dimarco contro i 1,92 dell’attaccante del Bologna.

CATENA – Nella partita contro l’Ungheria, una delle cose che ha funzionato parecchio bene, è la catena sinistra. Catena a tinte nerazzurre, composta da Francesco Acerbi e appunto Dimarco. Può essere che Mancini, ex nerazzurro, possa aver dato una mano a Inzaghi. Magari vedendo le partite della Nazionale, il tecnico nerazzurro potrà lavorare anche su questo. Senza dimenticare che sulla fascia sinistra c’è sempre Robin , che ha sicuramente bisogno di mettere minuti nelle gambe.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock