FocusPrimo Piano

Darmian pronto a tornare dal 1′ dopo lo stop: Inter, nuove gerarchie a destra?

Darmian viene da una prima parte di stagione ottima, in cui solo l’infortunio finale ne ha messo a rischio la titolarità a favore di Dumfries. In questo avvio di 2022 Inzaghi potrà scegliere liberamente su chi puntare come titolare nel ruolo di quinto destro dell’Inter

STAFFETTA DESTRA – L’ultima apparizione di Matteo Darmian risale al 27 novembre 2021. L’infortunio rimediato a Venezia sullo 0-1 (poi finita 0-2, ndr) ha permesso a Denzel Dumfries di entrare al 71′ e non uscire più. Almeno finora. Il recupero completo del numero 36 nerazzurro è la prima buona notizia per Simone Inzaghi in questo inizio di 2022. La panchina scaldata in Inter-Torino prima di Natale era già un buon segnale ma a distanza di dieci giorni si può finalmente considerare Darmian pronto a tornare in campo. Anche dal 1′, in caso di scelta tecnica. La bravura di Inzaghi consisterà nello gestire i due esterni che, nella prima parte della stagione, si sono alternati in maniera ottimale nel ruolo di quinto destro. Ma adesso chi verrà considerato il titolare? A prescindere dalla staffetta, qual è la prima scelta di Inzaghi a destra?

PROFILI DIVERSI – Il calendario complicato di inizio 2022 permetterà a entrambi di avere spazio, dalla trasferta di Bologna alla partita casalinga proprio contro il Venezia (vedi focus). L’impressione è che l’equilibrio tecnico-tattico trovato da Inzaghi con Dumfries esterno destro “molto offensivo” non verrà alterato ma allo stesso tempo il turnover sarà continuo. Soprattutto nelle partite clou, quando l’assetto più abbottonato – con Darmian titolare e Dumfries pronto a subentrare nel finale – potrebbe essere un’arma strategicamente vincente nei 90′ più recupero. Darmian o Dumfries, chi vincerà il primo ballottaggio del 2022 nerazzurro? L’Inter oggi ha due esterni destri “semi-titolari” diversi.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button