FocusPrimo Piano

Darmian on fire: il Ringo Starr dell’Inter di Conte sulle orme di due ‘soldati’

Darmian si sta rivelando un giocatore fondamentale per l’Inter, che domenica grazie ad un (altro) suo gol ha battuto il Verona. Il laterale di Legnano si aggiunge ai vari Giaccherini e Moses tra i “soldati” a sorpresa al servizio di Conte

L’UOMO DELLA PROVVIDENZA – «In un mondo di John e di Paul, io sono Ringo Starr», questo famoso verso dei Pinguini Tattici Nucleari è forse quello più emblematico e vicino per descrivere il momento di Matteo Darmian. L’ex giocatore del Parma − arrivato all’Inter a fari totalmente spenti e con l’etichetta del più tradizionale “tappabuchi” − sta risultando decisivo per le sorti tricolore dei nerazzurri. Il gol messo a segno contro l’Hellas Verona (vedi articolo) si va ad aggiungere a quello altrettanto pesantissimo messo a referto contro il Cagliari, entrambi fondamentali per piegare le arcigne difese avversarie e spingere l’Inter di Antonio Conte verso un +11 sulla prima inseguitrice (l’Atalanta, ndr). Ecco che allora, il famoso verso sanremese citato poc’anzi si può rinominare nel seguente modo: «In un mondo di Romelu e Lautaro, io sono Matteo Darmian». Il laterale di Legnano, però, non è il primo e non sarà neanche l’ultimo della cosiddetta classe operaia targata Conte a trasformarsi in uomo della provvidenza per le sorti del tecnico leccese. Due i nomi che più si ricordano: Emanuele Giaccherini alla Juventus e Victor Moses al Chelsea.

JUVENTUS E NAZIONALE CONTIANA – Il primo celebre giocatore alla Conte è proprio Emanuele Giaccherini, giunto alla Juventus per volere del tecnico di Lecce nell’estate del 2011 dal Cesena. Arrivato a fari spenti e come rinforzo per fare numero (in panchina), l’esterno sinistro classe ’85 divenne probabilmente il giocatore “tuttofare” più importante della straordinaria prima cavalcata bianconera verso lo Scudetto 2011/12. Giaccherini riuscì a contribuire alla causa mettendo a referto complessivamente tre gol e altrettanti assist in 27 gare stagionali (Serie A e Coppa Italia). Più per le marcature, però, il laterale arrivò al cuore di Conte e dei tifosi bianconeri per l’impegno, la costanza e la fondamentale duttilità (giocò da esterno destro e sinistro, da trequartista, mezz’ala e centrocampista centrale). Tutte caratteristiche che, con la maglia della Nazionale Italiana, lo condurranno a giocare da titolare il Campionato Europeo del 2016 in Francia sempre con mister Conte in panchina, nei nuovi panni da CT azzurro. Kermesse che venne onorata dal ragazzo di Talla con un gol (vs. Belgio) e un assist (vs. Spagna).

IL GIACCHERINI “INGLESE” –  Altro soldato a comando del sergente Conte è stato Victor Moses. Il nigeriano ha dato un grandissimo apporto al Chelsea vincitore della Premier League nella stagione 2016/17. Proprio come il gemello azzurro, il cosiddetto gregario contiano divenne un componente fondamentale nel 3-4-3 blues, giocando come esterno destro, con lo spagnolo Marcos Alonso a sinistra. In 40 partite complessive tra FA Cup, Premier e Coppa di Lega, Moses riuscì a siglare quattro gol e altrettanti passaggi vincenti. L’esperienza del nigeriano spinse Conte qualche anno dopo a voler riavere in una sua squadra proprio il suo soldato, ovvero all’Inter lo scorso anno. Buono il suo score in nerazzurro, condito da cinque assist in 12 gare di campionato. Peccato non essere riusciti insieme ad alzare un altro trofeo, a Colonia, nella finale di Europa League persa di misura per mano del solito Siviglia formato internazionale. Ora tocca a Darmian.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh