FocusPrimo Piano

Conte torna ad avere 2 diversi tipi di centrocampo all’Inter (ma senza Vidal)

Conte non cambia facilmente formazione ma sta facendo di necessità virtù e la rosa attuale dell’Inter gli consente qualche aggiustamento. In attesa di recuperare il backup Vidal, a centrocampo torna arruolabile la versione 1.0 con le mezzali di quantità

CENTROCAMPO A – Il successo di Torino ha confermato che l’Inter non può fare a meno del centrocampo attuale. Il centrocampo 2.0, quello con Marcelo Brozovic perno centrale ma soprattutto ai suoi lati Nicolò Barella mezzala destra e Christian Eriksen mezzala sinistra. Una linea mediana di qualità sopra la media. La novità della seconda parte di stagione, semmai, è la centralità del danese nel progetto al pari dell’italiano. Più sfumato il peso specifico del croato, che non sta brillando per continuità. E non è un caso che Antonio Conte abbia chiesto sia a Barella sia a Eriksen di agire, alternativamente, davanti alla difesa, sostituendo Brozovic. Una soluzione che sta riscuotendo successo e anche una certa convinzione nel puntarci. E magari verrà riproposta.

PIANO B – Nel 3-5-2 nerazzurro, oltre all’assetto con il doppio regista, finalmente può tornare a tutti gli effetti quello con la doppia mezzala d’inserimento. Conte ha recuperato Matias Vecino, che tornerà utile per far rifiatare Barella sul centro-destra. E in attesa di rilanciare Stefano Sensi, ha Roberto Gagliardini per agire all’occorrenza sul centro-sinistra. In questo sistema che non abbonda di qualità, la regia può essere affidata a Eriksen (oppure a Barella), senza dover dipendere da Brozovic. Una soluzione utile a partita in corso, più precisamente nei finali di gara. Non c’entra nulla con il centrocampo titolare ma oggi diventa il piano B di Conte. In attesa di riavere il backup Arturo Vidal a disposizione, per fare da alter ego più a Barella che a Eriksen (vedi focus).

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button