FocusPrimo Piano

Conte non può essere preoccupato: nessuno ha i soldi per soddisfare l’Inter

Conte deve prendere una decisione importante sul suo futuro e su quello dell’Inter, partendo dal nuovo progetto messogli virtualmente sul tavolo dalla società. Del tema mercato si è parlato fin troppo ma non dovrebbe essere nemmeno quello principale, almeno oggi

PERICOLO MERCATO – Da mesi si parla della possibilità che l’Inter ceda uno o addirittura più titolarissimi per risolvere parzialmente i problemi finanziari. Quelli legati al bilancio, in particolar modo alla voci monte ingaggi e plusvalenze. Ed è questa la paura di Antonio Conte, che vuole rimanere per continuare a vincere ma senza dover ripartire da zero a causa della cessione di alcuni uomini-chiave della sua formazione. Anche perché, nonostante la telenovela degli ultimi giorni, non è cambiato assolutamente nulla dall’ultimo aggiornamento (vedi editoriale). Eppure c’è un dettaglio che non viene mai citato: anche ammesso che l’Inter metta qualcuno sul mercato, chi potrebbe fare un’offerta concreta? Vale per il costo del cartellino ma anche per l’ingaggio. Tutto fuorché dettagli nel calcio post-Coronavirus. I tagli e i sacrifici valgono per tutti.

AAA SOLDI CERCASI – Nella situazione attuale, svendere il classe ’99 Alessandro Bastoni e/o il classe ’97 Lautaro Martinez, entrambi in scadenza il 30 giugno 2023, non ha senso. Anzi, è diverso: non serve. Diverso il discorso sul classe ’92 Marcelo Brozovic, in scadenza tra circa 13 mesi. Il croato sì, è sacrificabile in caso di offerta anche al ribasso. Così come altri non imprescindibili. Tra i nomi grossi, perfino Achraf Hakimi e Christian Eriksen oggi sono blindatissimi dal punto di vista contrattuale… Insomma, in condizioni normali, il sacrificio può esserci e potrà essere anche più di uno. Ma oggi non deve esserci questa preoccupazione. L’unico pensiero di Conte dev’essere chiarire gli argomenti lasciati in sospeso nove mesi fa con i vertici nerazzurri. E capire se è possibile vedere il progetto Inter dalla stessa prospettiva della proprietà Suning. Che può sbagliare i modi e i tempi, ma non le operazioni: il Presidente Steven Zhang non ha intenzione di perdere il suo allenatore né i suoi migliori calciatori, questo è certo. Conte decida se continuare insieme a Suning, perché aprire un ciclo all’Inter è ancora possibile solo condividendo tutto. Pur con qualche sacrificio imprevisto e correndo in salita, purtroppo.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh