Conte, l’Inter e il mercato degli italiani: analogie con la sua Juventus

Articolo di
24 giugno 2019, 11:11
Antonio Conte

In questa sessione di mercato, la prima dell’era Conte, l’Inter è a caccia di diversi giocatori italiani: tra questi basti pensare a Stefano Sensi, Nicolò Barella e Alessandro Florenzi. Una situazione analoga a quanto già avvenuto nel primo anno del tecnico alla Juventus nella stagione 2011-2012

BLOCCO ITALIANO – Quella che si sta piano piano formando in vista della prossima stagione, è un’Inter più ‘azzurra’ che ‘nera’. Con l’arrivo di Antonio Conte, infatti, sono diversi i profili di giocatori italiani che la società sta cercando sul mercato: il rinnovo di Matteo Politano, le due trattative in stato molto avanzato per Nicolò Barella e Stefano Sensi, l’ipotesi Alessandro Florenzi. Senza contare gli azzurri già presenti in rosa come Danilo D’Ambrosio, Roberto Gagliardini e Antonio Candreva. Insomma, l’importanza di un “blocco italiano” per il nuovo allenatore nerazzurro è decisamente importante.

ANALOGIE – Una tendenza simile sul mercato si era già registrata ai tempi della prima Juventus di Conte, nella stagione 2011-2012. Gli italiani che arrivarono furono diversi, tra cui i più importanti furono Alessandro Matri, Simone Pepe, Emanuele Giaccherini, Fabio Quagliarella, Andrea Pirlo e Marco Motta. Con la squadra bianconera che già in difesa contava quello che sarebbe diventato anche il blocco difensivo della nazionale: Giorgio Chiellini, Leonardo Bonucci e Gianluigi Buffon. Da tutto ciò si può evincere essenzialmente una cosa: la predilizione del tecnico salentino per i nazionali azzurri è ben nota, per riuscire a creare un gruppo da cui ripartire e in cui inserire innesti di qualità.

 

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE