Conte gioca con l’emergenza e cambia filosofia. Marotta sa già cosa fare

Articolo di
22 Dicembre 2019, 16:24
Condividi questo articolo

Dallo sfogo post Borussia Dortmund-Inter alla volontà di non chiedere regali di Natale alla società. Antonio Conte ha cambiato atteggiamento, ma la società è già pronta a regalargli qualche piacevole sorpresa di mercato.

SORRISI – Vincere aiuta a vincere, ma sicuramente dà anche una mano a smorzare le pieghe di un volto corrucciato, trasformandole in sorrisi. È ciò che è accaduto ad Antonio Conte, caduto preda di una crisi di nervi dopo la rimonta subita al Westfalenstadion, e decisamente rinato dopo il primato natalizio in coabitazione. Le richieste dell’allenatore non sono cambiate e la società pare decisa ad accontentarlo almeno nei ruoli chiave. Ma è cambiato il suo atteggiamento in maniera evidente. Semplice questione di risultati? Probabilmente no, ma il tecnico nerazzurro non vorrebbe lasciarsi sfuggire un’occasione così ghiotta.

STRATEGIA E NECESSITÀ – Non ha vissuto settimane facili Antonio Conte, soprattutto dopo aver realizzato che all’Inter nulla è dovuto e, a volte, la strategia dell’uno contro tutti genera solo ulteriore tensione. Al cospetto di un Genoa disarmato, il tecnico leccese ha giocato con l’emergenza, dando un segnale alle gerarchie difensive (Alessandro Bastoni in luogo di Diego Godin) ma sfruttando soprattutto l’hype intorno alla figura di Sebastiano Esposito. Il tecnico nerazzurro ha compreso il momento di difficoltà della sua rosa, abbandonando vittimismo e appelli in pubblica piazza e facendo sentire tutti al centro del progetto. Borja Valero, Roberto Gagliardini, Antonio Candreva sono soltanto alcuni degli elementi rivitalizzati dall’ex tecnico del Chelsea.

NEVER GIVE UP – Nel post partita, Conte ha dichiarato di non voler chiedere regali alla dirigenza. Probabile che fossero frasi di circostanza, poiché a nessuno piace far polemica dopo una vittoria così rotonda. Lui e Giuseppe Marotta sanno che manca qualcosa per poter mettere il musetto davanti alla Juventus a maggio. Ma la valorizzazione delle risorse interne, oltre ad essere la più grande vittoria di Conte finora, potrebbe risultare arma decisiva nei delicati equilibri di una logorante corsa testa a testa.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.