Champions League con lista ridotta: l’Inter multi-ruolo aiuta Spalletti

Articolo di
4 settembre 2018, 13:55
Champions League logo 2018-2021

Le esclusioni di Roberto Gagliardini, Joao Mario e Dalbert Henrique dalla Champions League ridurranno le scelte di Luciano Spalletti che però potrà compensare le loro assenze grazie alla duttilità della rosa dell’Inter.

ROSA DUTTILE – Con Dalbert fuori a Danilo D’Ambrosio spetterà il compito di fare da prima alternativa sia a Sime Vrsaljko che a Kwadwo Asamoah con la possibilità di passare alla difesa a tre se dovessero mancare due terzini su tre (l’unico disponibile farebbe l’esterno di centrocampo insieme ad Antonio Candreva). In mediana, vista l’esclusione di Gagliardini, la coppia titolare sarà formata da Marcelo Brozovic e Matias Vecino con Borja Valero prima alternativa più Radja Nainggolan e Asamoah adattabili in caso di emergenza. Il belga sarà il punto di riferimento sulla trequarti ma se dovesse saltare una o più partite per infortunio o squalifica il suo posto potrà essere preso da uno tra Lautaro Martinez, Candreva, Borja Valero e volendo anche Vecino (vedi il finale di Bologna-Inter); senza l’ex Roma però Spalletti potrebbe anche decidere di passare dal 4-2-3-1 al 3-4-2-1 come fatto a San Siro contro il Torino schierando due tra Ivan Perisic, Matteo Politano, Keita Baldé e Lautaro Martinez alle spalle di Mauro Icardi.







ALTRE NOTIZIE