Carta, forbice, Sassuolo: i pericoli della banda Di Francesco

Articolo di
8 gennaio 2016, 12:34
berardi

Domenica all’ora di pranzo, o quasi, arriva a San Siro il Sassuolo di Eusebio Di Francesco. L’ultima volta non andò benissimo, un altro 7-0 in favore dell’allora squadra allenata da Walter Mazzarri. A distanza di quasi un anno e mezzo il Sassuolo o più o meno lo stesso: quali i pericoli.

BERARDI MA NON SOLO – Nonostante sia senza dubbio l’attacco il reparto migliore dei neroverdi, che giocano tra l’altro un ottimo calcio, non sono straordinari i numeri dei suoi interpreti. basti pensare che il bomber è quello che ha giocato meno, Sergio Floccari con 4 reti. La stella Berardi, complici squalifiche ed infortuni, ha segnato solo 2 gol di cui uno su azione: fermo a tre Sansone con Floro Flores, appena due per Defrel che avrebbe dovuto sostituire Zaza numericamente. La forza di questa squadra è però in ogni reparto, con la collaudata coppia centrale di difesa composta da Cannavaro-Acerbi, dall’esperienza di Peluso e soprattutto dal giovane e richiestissimo Vrsaljko, fra i migliori assist-man del campionato. A centrocampo, mancherà il giovane Pellegrini per squalifica, comanda sin dai tempi della Lega Pro Magnanelli, con al lato un Missiroli fresco di rinnovo ed autore di un grande avvio di stagione, con la corte della Fiorentina davvero serrata. Senza dimenticare un ottimo portiere come Consigli, nonostante l’ultima incertezza col Frosinone.

Il vero gioiello del Sassuolo è però Di Francesco, zemaniano convinto, che però ha saputo dare alla squadra un equilibrio tattico che ne impedisce una costante sofferenza difensiva.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE