FocusPrimo Piano

Candreva-Young sottovalutati: I can fly. Lazio-Inter e un piccolo sorriso

Lazio-Inter è lasciato diversi rimpianti e un fiume di critiche (spesso esagerate) per Antonio Conte e i nerazzurri. Tra le note dolenti non ci sono certamente gli esterni di centrocampo. Dopo il mercato di gennaio, i laterali sono aumentati in numero e qualità. Candreva e Young danno prova di affidabilità

NOTA LIETA – Nei mesi passati, gli esterni di centrocampo sembravano il punto debole dell’Inter di Conte. Asamoah alle prese con persistenti problemi fisici, Candreva e Biraghi titolari e sembravano non bastare. Nelle ultime partite, però, complice il mercato di gennaio, i laterali sono stati tra i punti forti nerazzurri. Lazio-Inter, nonostante i temibili avversari affrontati a specchio, è stata la conferma: è arrivato anche il gol per Young.

COSA FUNZIONA – Se Moses si è calato al meglio nel ruolo di subentrante e Biraghi sa essere una buona alternativa, i titolari per il momento sembrano Candreva e Young. In Lazio-Inter, l’ex di giornata è stato una spina nel fianco continua per Jony e ha propiziato lo 0-1. Non ha neanche sofferto più di tanto in fase difensiva. Young ha fatto meglio, addirittura il migliore in campo (ecco le pagelle della partita). Gol da ala (che sa di essere), ma anche chiusure puntuali e qualche uno contro uno. L’Inter vuole tornare a volare e può farlo anche con una sicurezza in più: le sue ali a tutta fascia.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.