Focus

Calhanoglu, prestazione no con il Verona. Il salto sta nella continuità

Hakan Calhanoglu ieri è stato molto sottotono con la prestazione sfoggiata contro il Genoa che non è stata ripetuta contro il Verona. Il turco è sempre stato molto discontinuo nella sua carriera, ecco perché all’Inter serve che dia continuità per il salto di qualità. 

SALTO DECISIVO – Ieri l’Inter contro il Verona ha sfoggiato una prestazione incolore nel primo tempo e di carattere nel secondo. I nerazzurri hanno trovato la forza di ribaltare lo svantaggio anche se, nella vittoria, c’è chi non ha convinto. Calhanoglu è mancato all’appello ieri e dopo lo straordinario esordio contro il Genoa il turco non si è ripetuto (vedi articolo). Per fare il salto di qualità vero nella sua carriera, Calhanoglu ha bisogno di dare continuità alle sue prestazioni. A prescindere da quali siano le condizioni del match. Certo ieri l’Inter in generale non ha brillato a Verona con molti giocatori apparsi fuori dal gioco, ma Calhanoglu, visto l’esordio contro il Genoa, doveva ripetersi. Il turco ha tutte le possibilità di accendersi e incidere il match a suo piacimento ma quando mancano i suoi colpi la squadra ne risente. Adesso c’è la pausa con Calhanoglu che ancora non sa se raggiungerà la sua Turchia oppure no ma questo break servirà a lui per capire come esaltare sempre le sue qualità.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button