Focus

Brozovic si conferma centrale nell’Inter di Inzaghi: ora palla alla società

Marcelo Brozovic si conferma il perno centrale attorno a cui ruota l’Inter di Inzaghi. Il discorso rinnovo non è più rinviabile ora.

OLIO MOTOREInter-Udinese regala tante conferme a Simone Inzaghi e ai tifosi nerazzurri. Una di queste si chiama Marcelo Brozovic, sempre al centro della manovra. Il 77 croato è il secondo giocatore che tocca più palloni (105) col 95% di precisione nei passaggi. Ma soprattutto, come si evince sempre dal report della Lega Serie A, è il nerazzurro che gioca più palloni in avanti (95). Brozovic tesse e cuce la manovra dell’Inter grazie alla sua onnipresenza sul terreno verde: è ovviamente il giocatore con più chilometri percorsi in campo (12,92). Il primo a decomprimere in fase di non possesso è lui, che al tempo stesso è il primo costruttore di gioco dopo il recupero della palla. Brozovic è semplicemente imprescindibile, e ora il discorso non riguarda più (solo) il campo.

Brozovic, futuro all’Inter da consolidare

IN SCADENZAIl 30 giugno 2022 scadrà il contratto che lega Marcelo Brozovic all’Inter. Una situazione per certi versi inaccettabile, considerando che dal prossimo 1° febbraio il 77 potrebbe accordarsi con qualsiasi club. Entrambe le parti propenderebbero per un rinnovo, tuttavia ci sono numerosi dettagli da limare.

VARIABILI NOTE – Il croato guadagna 3,5 milioni di euro annui e, alla soglia dei 30 anni e dopo sei stagioni e mezza di onorato servizio, ritiene di meritare un riconoscimento. Tutte variabili note a Giuseppe Marotta e agli altri dirigenti, che non hanno intenzione di farsi trovare impreparati. I rinnovi di Lautaro Martinez (ufficiale) e quello di Nicolò Barella (sempre più vicino) dimostrano una strategia chiara. Il prossimo della lista sarà Brozovic, il deus ex machina del gioco dell’Inter continuerà ad essere ancora lui.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button